Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Risparmiare Tempo e Soldi

Risparmiare Tempo e Soldi

Semplici Consigli per risparmiare tanto tempo e tanti soldi


Artigiani: come aumentare la clientela

Pubblicato da Alan su 2 Ottobre 2016, 17:14pm

Artigiani: come aumentare la clientela

Se la tua azienda si trova in una situazione statica e stagnante, in cui le vecchie vie di non sono più in grado di portare risultati, è necessario un rinnovamento per sfruttare nuove opportunità di crescita. Un Responsabile Marketing Temporaneo (Temporary Marketing Manager) ti aiuterà ad aprire gli occhi su queste nuove opportunità, a capire che esse esistono, e ti insegnerà come sfruttarle per cercare nuovi clienti e incrementare le vendite.

 
Partiamo da un concetto molto semplice: internet è una finestra affacciata sul mondo, hai mai pensato a quanti utenti ogni giorno consultano le pagine in rete? Puoi minimamente immaginare tutte le potenzialità che ha oggi questo strumento e quelle che avrà in futuro?
 
Oggi internet è uno strumento essenziale per cercare e acquisire nuovi clienti, incrementare le vendite, espandere il mercato di riferimento. Le persone interessate al tuo lavoro e ai tuoi prodotti sono in rete: è necessario raggiungerle e poter essere trovati facilmente. Un responsabile marketing temporaneo ti aiuterà a distinguerti in rete, per non essere solo una goccia nel vasto oceano.
 
I potenziali clienti hanno un sacco di opzioni e offerte davanti a loro, prodotti, servizi e aziende in ogni mercato. È necessario pianificare e mettere in atto con cura la strategia per distinguersi da questa folla.
 
Certo, gli strumenti del web non sono gli unici a permettere di espandere gli affari: per questo lo specialista a tua disposizione ti insegnerà a sfruttarli al meglio integrandoli in una strategia più ampia e generale, che sappia abbracciare tutti i mezzi di promozione, anche tradizionali.
 
COME CERCARE NUOVI CLIENTI E AUMENTARE LE VENDITE?
 
Il nostro specialista ti aiuterà a:
 
  • Accrescere il profilo della tua azienda su tutti i fronti, aumentarne la reputazione nel settore di riferimento.
  • Conoscere il target dei tuoi potenziali clienti.
  • Studiare la concorrenza e il modo per batterla.
  • Pianificare e mettere in pratica una comunicazione su misura per il target di riferimento.
  • Aumentare i contatti con persone appartenenti al target di riferimento.
  • Trasformare i contatti in nuovi clienti.
  • Fidelizzare i clienti.
  • Incrementare le vendite ai clienti già posseduti.
  • Stabilire i contatti giusti per sviluppare la propria rete commerciale.
 
La garanzia più grande è il fatto che la ricompensa di un Responsabile Marketing Temporaneo è basata sui risultati, con un sistema a provvigione.

Come aumentare i clienti? Mi occupo spesso di questo tema: racconto la mia esperienza, la mia vita quotidiana, i dubbi e le esperienze che faccio ogni giorno. Ho la risposta a tutto? No, mi sembra chiaro, anche io ho mille dubbi da affrontare, a volte è proprio la risposta che manca.

A volte, invece, la soluzione è chiara ma difficile da prendere. Quella del libero professionista con partita IVA è una condizione spinosa ma affascinante. Ecco perché continuo (e continuiamo) a lavorare con queste condizioni. Ovvero con una pressione fiscale infinita, davvero fastidiosa.

Cosa puoi fare per cambiare la situazione? Di certo non puoi ignorare le tasse, lo Stato ha mezzi convincenti per costringerti a pagare. Puoi migliorare il tuo business, questo sì. Cosa fare per guadagnare di più a parità di tempo lavorativo? È chiaro che ci siano mille voci differenti.

No, riprende il concetto espresso dal libro “Oversubscribed” che sembra davvero interessante: non combattere per i clienti ma fa in modo che siano loro a combattere per averti. Cosa possiamo imparare da questo lavoro? Ho declinato i punti di Montemagno in base alla mia esperienza.

Creo il mio mercato

Primo punto interessante per aumentare i clienti e il fatturato: devi creare il tuo mercato. Questo concetto si avvicina a quello descritto dalla strategia dell’Oceano Blu di Chan Kim: non devi competere in un mare pieno di competitor, meglio individuare un angolo nel quale ci sei solo tu.

Sembra facile, vero? in realtà è difficile raggiungere questo punto ma è la soluzione migliore da un punto di vista strategico. Mi chiedi come aumentare i clienti? Fa’ in modo che tu sia l’unico a fare un determinato lavoro, a svolgerlo con dei criteri impossibili o difficili da eguagliare.

Alla base c’è un buon lavoro di personal branding: devi essere un artista nel tuo campo, ma devi comunicare questo valore. Devi fare in modo che le persone percepiscano l’importanza del tuo profilo. A questo punto risolvi il problema del prezzo: hai creato un prodotto o servizio che hai solo tu, se le persone vogliono il tuo contributo devono essere disposte a pagare la somma che hai deciso. Altrimenti tanti saluti. Ti disperi per aver perso un cliente? Sbagliato!

Per approfondire: come creare un buon preventivo

Prendo pochi clienti

In questo caso il mondo dei freelance è paradigmatico: devi aumentare il numero di clienti, vuoi conquistare sempre nuovi contatti, vuoi creare una landing page capace di aumentare il numero di lead. Ma per cosa? Per comprimere il tutto in un’attività non scalabile.

Il tuo tempo non è infinito, le tue risorse stanno per terminare. Non puoi prendere nuovi clienti che impegnano materialmente le ore della tua giornata, devi fare in modo che ci siano sempre delle persone che vogliono ma non possono entrare nel tuo giro. Devi essere un servizio desiderabile.

Crei il tuo mercato, ti specializzi e diventi l’unica persona sulla piazza a svolgere un lavoro con determinate caratteristiche. Poi metti un limite: seguo solo cinque clienti. O dieci, vedi tu. Ma gli altri devono aspettare, così crei un senso di attesa e di esclusività. Principio di scarsità, ti dice qualcosa? Le persone fanno a gara per ottenere un bene o un servizio, soprattutto quando non è disponibile.

Non sono per tutti

Esatto, non devi essere il freelance per tutti. Non devi essere disponibile e piegarti a qualsiasi esigenza. Oggi sei web writer freelance, domani web designer, poi SEO specialist, nei week end aggiusti computer. Sia chiaro, non sto condannando chi ha competenze diverse. Dico solo che, da un punto di vista strategico, un freelance deve essere in grado di restringere il campo.

Soprattutto, devi specializzarti. Devi riassumere le tue abilità e il tempo che dedichi alla formazione in unico punto. Non puoi sapere tutto, non puoi essere l’uomo giusto in qualsiasi occasione.

Invece è possibile iper-specializzarsi e diventare un servizio esclusivo. Crei il tuo mercato, ti concentri su un unico campo e prendi pochi clienti che cercano te. Forza, hai indovinato: di cosa sto parlando? Della nicchia, di un frammento di mercato iper-specializzato e ancora non esplorato.

Facile ottenere tutto questo?

Mai detto una cosa del genere. Come aumentare i clienti? Questo percorso può dare la risposta, può aiutarti ad avere la fila di persone che mandano email per chiedere consulenze e pareri. Ma un punto è chiaro: non puoi lavorare in questa direzione dopo poche settimane di partita IVA.

O meglio, puoi iniziare a lavorare su questi punti ma all’inizio la storia è diversa. Non hai clienti e devi accettare i prezzi peggiori di questo mondo. Scrivi articoli per pochi euro e lavori gratis. Lo fanno tutti, l’ho fatto anche io. Nel frattempo, però, punta sul tuo personal brand, studia, fai le giuste esperienze e comunica il tuo valore magari puntando sul blogging.

Soprattutto, smussa le tue idee. prova, riprova, cerca la chiave giusta per far fruttare la tua arte. Non puoi pretendere di lanciare un prodotto o servizio e avere successo il giorno dopo: tutte le idee vincenti sono frutto di anni e anni di tentativi. Questo vale anche per te, quindi rimboccati le maniche.

Come aumentare i clienti: la tua opinione

Tre punti utili per incrementare il numero di clienti, per fare in modo che ci siano persone disponibili ad accettare le tue condizioni. Questo non riguarda tanto l’aspetto economico ma lo stile di vita: devi riconquistare quell’equilibrio che la partita IVA, a causa delle sue regole, ha lentamente logorato.

Secondo te queste regole valgono per tutti? Sono facili da mettere in campo? Aspetto il tuo punto di vista nei commenti: aiutami ad affrontare questo argomento così delicato.

Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti