Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Risparmiare Tempo e Soldi

Risparmiare Tempo e Soldi

Semplici Consigli per risparmiare tanto tempo e tanti soldi


Disinfestazione: soluzioni efficaci

Pubblicato da Alan su 26 Settembre 2016, 18:18pm

Disinfestazione: soluzioni efficaci

Sono sempre più i casi in cui occorre puntare su di una disinfestazione zanzare, questo per assicurare un alto livello igienico e combattere un problema ben noto, il quale fatica letteralmente ad arrestarsi.

A creare questi disagi sono le femmine delle zanzare, il cui pericolo è rappresentato dalla deposizione delle uova, anche in frangenti particolari, come ad esempio sull’acqua o luoghi particolari che solo dopo un certo lasso di tempo verranno sommersi.

La disinfestazione zanzare, dunque, diviene fondamentale a tal proposito, soprattutto perché con il passare del tempo, questi insetti subiscono delle mutazioni, dovute a fattori esterni e riusciranno ad adattarsi anche ad ambienti particolari.

In questo modo, le loro larve sopravviveranno anche in acque differenti, a partire da quelle dolci, passando per le salmastre, torbide, limpide ed inquinate.

Disinfestazione zanzare: Consigli pratici

Una corretta disinfestazione zanzare avviene attraverso degli interventi specifici, in cui verranno utilizzati anche particolari prodotti e strumenti che ne assicureranno un lavoro fatto con i fiocchi.

A tal proposito sono numerose le ditte che si occupano di disinfestazione zanzare; esse operano su tutto il territorio nazionale.

Quindi non sarà certo un’impresa trovarne una che faccia al vostro caso, ma il consiglio sarà quello di richiedere tranquillamente un preventivo online, il tutto in modo gratuito,

Perché solo così si riuscirà ad avere un quadro completo e ben dettagliato della situazione, quindi non perdete tempo!

Disinfestazione delle zanzare in giardino

Effettuare una corretta disinfestazione delle zanzare in giardino con prodotti specifici è sicuramente un primo passo per liberarvi dalla presenza di questi fastidiosi insetti. Se la disinfestazione è poi accompagnata da una buona pratica "conservativa", evitando soprattutto i ristagni di acqua, luoghi ambiti dalle zanzare per la deposizione delle uova, si possono ottenere senz'altro dei buoni risultati.

L'alternativa proposta da In Giardino alla semplice disinfestazione si chiama impianto antizanzare a nebulizzazione.

L'impianto antizanzare a nebulizzazione si basa su di un'azione "abbattente" che, attraverso poche fasi di nebulizzazione nel corso della giornata, elimina e protegge dalle zanzare l'area trattata.

L'impianto infatti, attraverso una rete di ugelli distribuita lungo il perimetro della zona da proteggere, nebulizza in maniera automatica e agli orari prestabiliti una miscela di acqua e principi attivi che abbatte le zanzare al loro arrivo e crea una barriera protettiva.

L'alta qualità del principio attivo erogato elimina il problema delle zanzare senza danneggiare le piante presenti nell'area trattata.

E' sufficiente nebulizzare 2 volte al giorno per 1 minuto soltanto per eliminare le zanzare dal vostro giardino in modo radicale. Con i modelli a 2 serbatoi si possono poi alternare cicli di nebulizzazione con prodotto "abbattente" a cicli con prodotto "disabituante", un principio attivo naturale, che crea una barriera olfattiva contro le zanzare rilasciando tuttavia nell'aria una gradevole fragranza per l'uomo.

La programmazione dell'impianto effettuata dai nostri tecnici garantisce un funzionamento costante nel tempo senza bisogno di ulteriori interventi se non per la ricarica dei principi nebulizzati.

L'impianto può essere installato ovunque, è sufficiente la presenza di una presa elettrica e di una presa per l'acqua. I nostri tecnici studieranno la conformazione del vostro giardino in modo da installare il numero necessario di ugelli per garantire una nebulizzazione ottimale ed efficace senza sprechi di prodotto.

Eliminare gli insetti dalla cucina: Le soluzioni

Come eliminare gli insetti dalla cucina: Uno degli incubi peggiori sono gli insetti nella dispensa della vostra cucina è arrivato il momento di eliminarli in modo permanente e di non farli tornare attraverso semplici rimedi naturali.

Dalle tarme alle farfalline, tanti piccoli insetti possono annidarsi nel vostro cibo e quindi non potrà più essere mangiato .

Per evitare inutili sprechi, ecco quello che dovete fare per eliminarli una volta per tutte.

Tranquilli nessun problema l’ambiente, i rimedi che vi suggeriamo sono naturali e non prevedono l’uso di sostanze chimiche dannose.

Procedimento per l’eliminazione

Per eliminare gli insetti nella dispensa come cerchiamo di capire quali sono i cibi contaminati e buttarli via.

Questi animali infestanti sono in grado di muoversi molto velocemente e, per questo, se li trovate è possibile che abbiano infestato anche altri alimenti.

Controllate tutta la dispensa, dalle scatole alle confezioni dei cibi, ai mobili della cucina.

Sarà necessario controllare ogni barattolo, sacchetto per vedere se ci sono già delle farfalline formate, o solo le uova. In ogni caso, quando le vedete, dovete buttare tutta la scatola.

Si consiglia di controllare anche le pieghe delle confezioni chiuse, perché spesso le uova potrebbero nascondersi anche lì.

Vi raccomandiamo quando buttate gli alimenti nella pattumiera chiudeteli in sacchetti di plastica per evitare che si propaghino ancora di più.

Quali prodotti utilizzare per eliminare gli insetti

Una volta svuotata la dispensa della cucina mettete i cibi secchi che non sembrano contaminati in frigo, poi ripulirei ripiani, con aceto e acqua, mettete qualche foglia di alloro tra gli scaffali.

Il loro aroma infastidisce le farfalline che si terranno a distanza. In alternativa, potete spruzzare un mix di olio essenziale e acqua su tutti gli scaffali: potete usare sempre quello all’arancia, oppure alla lavanda, alla menta o ancora alla citronella.

Per il futuro, attaccate qualche striscia di nastro biadesivo in dispensa: se ci troverete degli insetti, vorrà dire che dovrete rifare la disinfestazione, allora a questo punto sarà il caso di affidarsi a delle persone competenti che si occupano di disinfestazione, che saranno in grado di eliminare in modo definitivo il problema.

Disinfestazione zanzare? Ecco la soluzione efficace!

Sono sempre più i casi in cui occorre puntare su di una disinfestazione zanzare, questo per assicurare un alto livello igienico e combattere un problema ben noto, il quale fatica letteralmente ad arrestarsi.

A creare questi disagi sono le femmine delle zanzare, il cui pericolo è rappresentato dalla deposizione delle uova, anche in frangenti particolari, come ad esempio sull’acqua o luoghi particolari che solo dopo un certo lasso di tempo verranno sommersi.

La disinfestazione zanzare, dunque, diviene fondamentale a tal proposito, soprattutto perché con il passare del tempo, questi insetti subiscono delle mutazioni, dovute a fattori esterni e riusciranno ad adattarsi anche ad ambienti particolari.

In questo modo, le loro larve sopravviveranno anche in acque differenti, a partire da quelle dolci, passando per le salmastre, torbide, limpide ed inquinate.

Disinfestazione zanzare: Consigli pratici

Una corretta disinfestazione zanzare avviene attraverso degli interventi specifici, in cui verranno utilizzati anche particolari prodotti e strumenti che ne assicureranno un lavoro fatto con i fiocchi.

A tal proposito sono numerose le ditte che si occupano di disinfestazione zanzare; esse operano su tutto il territorio nazionale.

Quindi non sarà certo un’impresa trovarne una che faccia al vostro caso, ma il consiglio sarà quello di richiedere tranquillamente un preventivo online, il tutto in modo gratuito,

Perché solo così si riuscirà ad avere un quadro completo e ben dettagliato della situazione, quindi non perdete tempo!

Per ottenere preventivi gratuiti per la disinfestazione zanzare, contatta le imprese di disinfestazione

Come fare disinfestazione piccioni

Cosa fare quando i piccioni infestano le abitazioni? La soluzione migliore è rivolgersi ai professionisti che effettuano la disinfestazione piccioni con mezzi all’avanguardia che garantiscono una pulizia completa liberando gli ambienti dal composto organico lasciato da questi animali.

La disinfestazione piccioni è infatti una soluzione indispensabile per eliminare la moltiplicazione di muffe e funghi che ricoprono le superfici ed evitare che si possano propagare sviluppando allergie e altre conseguenze fastidiose.

Se eseguito da esperti professionisti, l’intervento di disinfestazione consente di ottenere ottimi risultati e ambienti perfettamente disinfettati.

Disinfettare l’ambiente dopo aver rimosso il composto organico

Ripristinare le corrette condizioni igieniche è inevitabile dopo che i piccioni hanno infestato gli ambienti. Per rimuovere dagli ambienti il maleodorante composto organico è consigliabile affidarsi ai professionisti del settore che sanno come eseguire una perfetta rimozione del composto e dopo effettuano la disinfestazione piccioni grazie ad una particolare attrezzatura, necessaria per effettuare alla perfezione i lavori.

Infatti, è molto importante che durante l’intervento non si liberino nell’ambiente spore e batteri. Per evitare che ciò accada, i migliori professionisti dispongono di una moderna tipologia di aspiratore dotato di un particolare filtro in grado di trattenere il pulviscolo e non farlo disperdere nell’aria. In questo modo, la disinfestazione piccioni viene fatta nella più totale sicurezza per l’ambiente e le persone che vi abitano.

Intervento di disinfestazione piccioni dopo sopralluogo

La disinfezione delle superfici dopo la colonizzazione dei piccioni è un intervento piuttosto complesso e l’aspetto più difficile da valutare sono proprio i prodotti da utilizzare, molto forti e contenenti elementi chimici, che spesso possono ledere i pavimenti e rovinarli del tutto.

Per effettuare una disinfestazione piccioni rivolgiti al personale qualificato che sa come intervenire in questi casi e assicurare non solo la pulizia degli ambienti ma anche la salvezza delle superfici. Prima di eseguire l’intervento di disinfestazione piccioni, il professionista fa un sopralluogo per verificare la presenza di zecche, acari, pulci e altri elementi infettanti che possono esserci nell’ambiente.

In base al risultato del sopralluogo, l’intervento di disinfestazione piccioni sarà mirato a distruggere le entità infestanti riscontrate dall’esperto e altre tipologie di batteri che generalmente sono nello stesso habitat dei piccioni. Affidati dunque a professionisti esperti per una perfetta disinfestazione e libera l’ambiente da questi animali infestanti!

Allontanamento volatili e piccioni: la soluzione

Soluzioni per allontanamento volatili

Ci sono differenti soluzioni se parliamo di allontanamento volatili e piccioni, tra queste non possiamo certo non citare i dissasuori, come ad esempio quelli a rete che vengono realizzati da sempre più ditte e che riescono tranquillamente ad eseguire il lavoro per cui sono stati progettati.

Lo scopo primario è senza dubbio quello di allontanare volatili molesti e chiaramente la lista sarebbe lunga a partire proprio dai piccioni che si appoggiano su monumenti, oppure sulle abitazioni, o ancora su aree urbane.

Disinfestazione insetti: come eliminarli

La disinfestazione insetti non va sottovalutata.

Alcune specie, infatti, possono essere veicolo di patologie anche estremamente pericolose per l’uomo e gli altri animali, per cui occorre prendere delle contromisure in grado di eliminare effettivamente il problema.

Se sono ancora in molti a utilizzare accorgimenti provenienti magari dalla tradizione e tramandati oralmente, andrebbe però considerato che molti di essi fanno riferimento ad un mondo che nel frattempo si è evoluto moltissimo.

Basti pensare alla comparsa di zanzare molto più coriacee rispetto a quelle di una volta e capaci di resistere ad esempio alle esalazioni di quei fornelletti che pure qualche decennio fa erano sufficienti ad allontanarle.

Proprio per questo motivo, sarebbe comunque il caso di affidarsi a disinfestatori professionali, in grado di eliminare dall’abitazione insetti come zanzare, blatte, formiche, farfalline del cibo, vespe e altri.

Disinfestazione insetti: Si può partire da infissi e murature

Un primo passo per dare vita ad una disinfestazione insetti in grado di eliminarli, non può che partire dall’esame approfondito di porte e finestre.

Molto spesso, infatti, gli infissi sono caratterizzati da fessure intorno al telaio che si rivelano il classico cavallo di Troia attraverso cui gli insetti possono penetrare nella nostra abitazione.

Non meno insidiose da questo punto di vista possono poi rivelarsi le strutture portanti della casa, ove potrebbero essere presenti delle crepe.

Tra gli ambienti che andrebbero esaminati con maggior attenzione vanno ricordati, per ovvi motivi, la cantina e l’attico. Inoltre occorre fare una ricognizione degli impianti, in particolare quello di aerazione.

Soprattutto i condizionatori più datati non avendo funzioni di deumidificazione, possono diventare un veicolo perfetto per la proliferazione degli insetti, mentre i più moderni prevedono accorgimenti in grado di tenere la situazione sotto controllo.


In particolare, occorre non solo fare in modo che l’abitazione non sia umida, ma che mantenga condizioni di pulizia e igiene perfette, non creando in tal modo l’ambiente ideale per gli insetti.

Ad esempio occorre lavare frequentemente i bidoni dell’immondizia e sigillare i cibi, in modo che non attirino i parassiti.

Disinfestazione insetti: Rimedi naturali: perché no?

La disinfestazione insetti presuppone una strategia integrata, in cui all’attenzione per le condizioni della propria casa, dovrebbero contribuire anche i rimedi naturali, che sono molto più indicati dei pesticidi chimici, soprattutto ove in famiglia siano presenti dei piccoli o degli animali.

In tal senso, occorre precisare che si possono trovare rimedi naturali efficaci in base al tipo di parassita che si intenda combattere.

Le formiche possono essere combattute mediante aglio, fondi di caffè, buste di tè, bucce di cetriolo, pepe e cannella, chiodi garofano, bicarbonato o sale.

Per gli scarafaggi si possono invece utilizzare i cetrioli, l’acqua e sapone o l’acido borico.

Le pulci temono a loro volta l’aglio, il cedro e il limone, mentre le mosche possono essere allontanate dall’alloro, dal basilico e dall’olio di eucalipto.
Se queste sostanze naturali molto efficaci per allontanare e per eliminare gli insetti in casa non dovessero avere effetto, si può infine ricorrere alle aziende che forniscono servizi di disinfestazione insetti di livello professionale, che sono in grado di risolvere il problema in via pressoché definitiva.

Cura della casa

Disinfestazione Insetti

Gli insetti, sono ospiti sgradevoli che infestano le nostre abitazioni.

Molto spesso, i classici insetticidi, non sono sufficienti per liberare l’ambiente dalla loro presenza.

Si rende necessario, quindi, l’intervento di professionisti in grado di effettuare una buona disinfestazione insetti per la casa.

Ma quanto può costare in media un intervento di disinfestazione di insetti, in generale?

I costi per la disinfestazione di un appartamento, variano a seconda del tipo di insetto da eliminare, e da quanto è estesa l’infestazione.

Costi disinfestazione scarafaggi e blatte

Gli insetti più comuni che infestano le casa, sono senza dubbio scarafaggi e blatte.

Gli ambienti più frequentati da questi disgustosi animaletti, sono quelli utilizzati come cucine e/o depositi di prodotti alimentari.

Sono, quindi, ad alto rischio di infestazione da scarafaggi le abitazioni civili, i magazzini di derrate, i garage, le cantine, i locali caldaia e gli esercizi di ristorazione.

La disinfestazione di scarafaggi e blatte, si rende deve essere effettuata tempestivamente, perché questi esseri, possono danneggiare la salute dell’uomo, in quanto sono vettori di virus e batteri a loro volta responsabili di affezioni più gravi.

Per liberare un appartamento che non superi i 150 mq, se l’infestazione è contenuta (uno o due esemplari a settimana), il costo parte da 80 euro; per un’infestazione media (5 o 10 esemplari a settimana), il costo parte da 100 euro; se invece abbiamo a che fare con un’infestazione elevata (2 o 4 esemplari al giorno), abbiamo un costo che parte da 150 euro.

Costi disinfestazione zanzare

La disinfestazione delle zanzare rappresenta un tipo di operazione che deve essere richiesto per poter finalmente rimuovere tutte le problematiche che riguardano questi insetti.

In questo caso, il costo varia a seconda dello spazio nel quale l’intervento deve essere effettuato.

Per spazi con meno di 100 mq, il costo massimo che si sostiene, si aggira sui 25 euro: questo perché l’intervento sarà rapido e veloce, ed il prodotto che verrà utilizzato sarà poco.

Si passa poi ad un costo di 35 euro per un giardino o una casa che hanno uno spazio fino a 200 mq, e tale cifra aumenta se lo spazio raggiunge la dimensione di trecento metri quadri, con un prezzo che arriva a toccare i 50 euro.

Disinfestazione blatte in casa

La disinfestazione blatte all’interno della propria casa è sempre più sentita da molti italiani.

Il motivo è molto semplice: questi insetti sono infatti in grado di fungere da veicolo per una lunga serie di microrganismi patogeni (enterobatteri, Salmonella spp., Pseudomonas aeruginosa, stafilococchi e micobatteri) ed altri parassiti (nematodi e cestodi) che rappresentano un grave pericolo per l’uomo e per altri animali presenti all’interno dell’abitazione.


In particolare, le blatte sono in grado di riprodursi all’interno degli scarichi fognari, in particolare la Blatta orientalis e la Periplaneta americana.

Nel periodo più caldo dell’estate, quello tra luglio e agosto, non costituisce una rarità l’osservazione delle blatte che escono nel corso della notte dai pozzetti di raccolta delle acque piovane.


La loro presenza può avere conseguenze di larga portata anche sugli alimenti, in quanto possono essere contaminati da escrementi o da frammenti di blatte morte, o addirittura dall’entrare in contatto con odori sgradevoli da essi rilasciati.

Ecco perché la disinfestazione blatte è un’operazione da tenere in considerazione nelle case.

Come prevenire la presenza delle blatte

Prima di arrivare alla disinfestazione blatte, sarebbe però il caso di ricorrere ad una serie di accorgimenti in grado di prevenirne la presenza.

Partendo magari dall’insieme di pratiche che possono evitarne l’insediamento negli edifici, tramite l’utilizzo in qualità di vie di transito delle condotte e delle canalette degli impianti di servizio come quello elettrico, di riscaldamento e/o di raffreddamento, o gli scarichi delle acque di lavaggio e nere.

Va però puntualizzato come proprio il ridotto spessore di questi insetti renda molto difficile l’opera di prevenzione, in quanto le blatte possono utilizzare le colonne di scarico per colonizzare condomini o altri edifici.

Come disinfestare la casa dalle blatte

E’ quindi spesso necessario ricorre alla disinfestazione blatte, che può essere portata avanti nei seguenti modi:
1) con il trattamento delle superfici di probabile transito tramite prodotti in grado di persistere per un discreto periodo di tempo, per effetto del quale l’insetto si avvelena camminando sulle superfici trattate;
2) mediante il trattamento, con idonee attrezzature, di tutti gli anfratti (crepe, fessure, interstizi) i quali possono essere adibiti a riparo per le blatte, per i quali vengono spesso utilizzati biocidi ad effetto snidante, i quali sono in grado di provocare una rapida fuga delle blatte spinte ad uscire allo scoperto nel tentativo di allontanarsi dall’area ove hanno percepito la presenza dell’insetticida;
3) utilizzando un trattamento che consiste nell’applicazione di formulati insetticidi formati da una esca alimentare e da un insetticida persistente, attivo per ingestione.

Si tratta di un metodo reso più facile grazie all’introduzione sul mercato di formulati caratterizzati da elevata stabilità nel tempo della base adescante e che vengono attivati con insetticidi in grado di agire in piccole quantità e che hanno particolare efficacia nel caso della Blattella germanica e dopo aver usato i metodi più tradizionali.


Anche in questo caso è comunque consigliabile ricorrere ad imprese specializzate, che possono dare consigli in merito al modo migliore di procedere, dando vita ad operazioni praticamente esaustive in grado di ridurre o addirittura eliminare i pericoli con una spesa tutto sommato abbastanza limitata.

Derattizzazione topi: quanto costa e a chi rivolgersi

Quanto costa la derattizzazione topi?

Se si rivolge la domanda ad un buontempone, la risposta sarà probabilmente che è più conveniente dotarsi di un gatto, che oltre ad eliminare il problema potrà anche tenere compagnia.

Come è però evidente, anche il gatto più efficiente costituisce un semplice palliativo di fronte ad un problema come quello costituito dalla presenza di topi in un locale, soprattutto in quelli commerciali ove magari sono stipati prodotti alimentari che vanno protetti dai loro attacchi.

Ma non si tratta soltanto di difendere prodotti alimentari, in quanto i topi sono veicolo di una lunga serie di malattie pericolose, a partire da leptospirosi, rabbia, tifo murino, salmonellosi e peste.

Proprio per questo il problema va affrontato con un intervento di derattizzazione topi in grado di eliminare alla radice il problema.

I danni provocati dai topi possono essere molto ingenti

I topi sono in grado di ricavare il loro habitat naturale in anfratti e nascondigli della casa che sono difficilmente raggiungibili.

Soprattutto nella abitazioni più vecchie riescono a proliferare nelle tubazioni, nelle buche del terreno e nelle crepe, muovendo da lì alla ricerca di bersagli appetibili.

Che non sono solo gli alimenti, se si pensa che anche i fili elettrici possono essere colpiti, con danni ingenti calcolati a diversi milioni di euro all’anno, solo in Italia.


Per cercare di dare vita ad una efficace opera di derattizzazione topi, le operazioni da fare sono le seguenti:


– la rimozione di rami o sterpaglie in grado di fornire facile accesso dal tetto;
– la rimozione di funi e vecchi cavi elettrici non utilizzate e tali da metterci in contatto con altre abitazioni;
– rimozione dell’immondizia dal nostro abitato;
– controllo delle aperture nel terreno, in particolare quelle adiacenti le fondamenta dell’abitazione;
– chiusura delle crepe o degli accessi, da espletare tramite griglie di ferro dalle maglie molto strette;
– ispezione delle grondaie in modo da procedere alla loro liberazione dal vecchio fogliame ormai marcito;
– riattamento e pulizia delle zone particolarmente umide, in cui i topi potrebbero abbeverarsi.

Quanto costa la derattizzazione topi

Quanto costa la derattizzazione topi?

Solitamente si parla di interventi che richiedono una spesa per alcune centinaia di euro.

Gli interventi possono essere portati avanti mediante l’impiego di esche rodenticide a base di anticoagulanti di prima e seconda generazione, in grado di agire nell’organismo dei ratti andando a interrompere il ciclo della vitamina k, una sostanza essenziale per la coagulazione del sangue.

Sono utilizzate anche:

1) le esche con sostanze attrattive come i cereali, gli aromi o i grassi vegetali animali i quali spingono i roditori a cibarsene o in pasta fresca, paraffinate o in bustine con cereali;
2) le trappole collanti, che consentono di controllare i roditori anche in condizioni operative difficili e quelle a cattura.
Come si può capire, i mezzi per dare vita alla derattizzazione topi all’interno di un’ambiente sono molti e si tratta solo di scegliere quello più adatto alla bisogna.

Per cercare di limitare la spesa è consigliabile chiedere il maggior numero di preventivi possibile alle aziende che operano nel settore, in modo da metterle in aperta concorrenza, senza aderire alla prima proposta apparentemente favorevole.

Commenta il post

Derattizzazione Roma 12/19/2016 13:03

Noi abbiamo riscontrato la presenza di topi in casa circa 2 anni fa, abbiamo dei bambini piccoli e per questo ci siamo rivolti immediatamente a Disinfestazioni Roma, una ditta specializzata. A distanza di tempo il problema non s è più ripresentato per fortuna.

Archivi blog

Social networks

Post recenti