Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Risparmiare Tempo e Soldi

Risparmiare Tempo e Soldi

Semplici Consigli per risparmiare tanto tempo e tanti soldi


Quanto costa rifare un bagno?

Pubblicato da Alan su 26 Maggio 2016, 11:29am

Quanto costa rifare un bagno?

Quanto costa ristrutturare un bagno?

Cerchiamo di sviluppare un capitolato delle opere per la ristrutturazione integrale di un bagno di dimensioni medie pari a mq. 6 circa.

Approntamento di "cantiere":

In questa fase l'impresa valuta la logistica degli spostamenti del materiale (piano di ubicazione, istallazione di eventuale argano), la protezione degli oggetti esistenti da non danneggiare comprese le parti comuni condominiali.

Il costo indicativo per questa voce è di circa euro 500,00 (a corpo).

Demolizioni:

Il costo della demolizione di solito è computato in mc. ma di solito nei bagni si valuta a corpo e nello specifico si riferisce: pavimentazione, rivestimenti, rimozione dei sanitari e rubinetterie, sottofondo, tubazioni degli impianti, accessori vari. La demolizione è compresa del trasporto e dello smaltimento di tutto il materiale di risulta portato presso le discariche autorizzate.

Il costo indicativo per questa voce è di circa euro 200/250 mq.

Opere murarie-impianti idrico sanitari:

Opere murarie per la realizzazione di impianto idrico sanitario comprensivo di posa e materiali per la formazione di nuovi attacchi per l'adduzione dell'acqua, impianto fognario per lo smaltimento delle acque nere. Il costo è comprensivo inoltre di tutte le assistenze murarie che di solito sono pari al 25% 30%.

Il costo indicativo per questa voce è di circa euro 300 cad. (per ogni punto acqua, 1 wc, 1 lavabo, 1 bidet, 1 lavatrice, e cosi via):

Formazione di massetto a basso contenuto di h2o, tipo "topcem" euro 50/mq circa.

Forniture "di buon livello"

Fornitura e posa di pavimento e rivestimento in ceramica, euro 65 circa.

Fornitura e posa di sanitari, in media euro 350,00 cad.

Fornitura e posa di rubinetterie, in media euro 100,00 cad.

Opere impianto elettrico:

Eventuali opere di modifica dell'impianto elettrico comprese di materiali, sono valutate in media euro 50,00 cad. a punto luce (presa, pulsanti, punto luce).

Sulla base dei seguenti prezzi indicativi possiamo determinare nel nostro caso il costo al mq. di euro 1.200,00

Quanto costa ristrutturare un bagno: Tipologie di lavori e prezzi

Il bagno dovrà essere progettato anche in relazione allo stile e alle sue dimensioni. In relazione a queste due variabili, si potrà scegliere un design elegante, raffinato, originale, semplice e minimale, vintage e classico.

Anche i mobili che completeranno questo spazio, e gli arredi che lo renderanno maggiormente funzionale, saranno scelti in linea con le caratteristiche dello spazio e del design.

I costi di ristrutturazione di un bagno, non possono essere fissi: se i lavori includono il rifacimento di tutta la struttura, e se il bagno e di grandezza media, partiranno da una base di cinquemila euro (5000 Euro).

Se i lavori interessano solo la parte estetica avranno un costo inferiore.

La scelta dipenderà anche dalla qualità dei sanitari, della pavimentazione e dalle condizioni delle tubature. Nel caso di ristrutturazione estetica, si può raggiungere una cifra che va dai mille ai duemila euro (2000 euro).

Ristrutturare il bagno: preventivo indicativo

 

 

       Bagno completo :  Prezzo euro 2.600

 

 

          Dettaglio lavori ristrutturazione bagno:

 

         Demolizioni:

  • Rimozione vecchi sanitari e relativa rubinetteria compreso calo a basso,trasporto e relativo smaltimento.
  • Rimozione piastrelle compreso calo a basso,trasporto e relativo smaltimento.
  • Formazione di nuovi scassi per gli impianti idrici.   
  •           
    Impianto idraulico completo:
  • Formazione di nuovi punti acqua calda/fredda e predisposizione scarichi.

            Opere murarie

  • Chiusura degli scassi con malta cementizia.
  • Formazione di nuova intonacatura a messa a piombo delle pareti.

             Posa in opera piastrelle:

  • Piastrellatura pavimento compresa la stuccatura dei giunti.
  • Piastrellatura rivestimento compresa la stuccatura dei giunti.                             

 

            Tinteggiatura e posa in opera sanitari:

  • Tinteggiatura soffitto e pareti.
  • Montaggio nuovi sanitari e rubinetteria.

 

  • Prezzo rifacimento Bagno: euro 2.600

Quanto costa rifare il bagno nel nord Italia?

Anche se il bagno non è la stanza più vista di un appartamento, l’ambiente in questione è di fondamentale importanza per quanto riguarda l’igiene, la cura del corpo, ma anche al benessere e al relax. Per questo motivo si ritiene così importante avere un bagno funzionale ed esteticamente accattivante, in modo che tu possa sentirti al tuo aggio.

Per capire quanto costa rifare il bagno è necessario decidere prima, sin dalla fase di progettazione, la soluzione da adottare. In questo caso sarebbe bene prendere in considerazione tutti i risvolti pratici ed estetici della tua scelta. Per rifare un bagno la spesa varia a seconda della scelta dei materiali e dei sanitari.

Quando fai la domanda quanto costa rifare il bagno nel nord Italia  tieni in considerazione che la ristrutturazione del proprio bagno è innanzitutto un investimento.

Quanto costa la ristrutturazione del bagno?

Se ti stai chiedendo quanto costa rifare il bagno della tua casa, Edilnet ti propone tutte le sue idee e i migliori progetti per la ristrutturazione completa e economica della tua sala da bagno.

Operiamo in tempi rapidi dopo aver creato, su richiesta, i progetti ideali alla realizzazione del lavoro giusto, a prezzi convenienti.

Grazie alla professionalità dei nostri collaboratori e all’utilizzo di materiali certificati, siamo in grado di rifare il bagno, grande/ piccolo, della tua casa in modo da garantirti la sicurezza che cerchi con le idee più funzionali.

Se desideri poter fare finalmente una ristrutturazione adeguata e economica del tuo bagno, piccolo o grande che sia, non esitare a contattarci per un sopralluogo a Bologna o provincia per poter realizzare così un preventivo a prezzi vantaggiosi.

Materiali di pregio per il tuo bagno esclusivo

Realizzare un bagno ad hoc per te vuol dire individuare le tue necessità strutturali e di design per il tuo appartamento.

Grazie ai colori di ceramiche, pietre naturali, resine etc, più innovative nel mercato possiamo creare bellissimi motivi decorativi in modo da rendere ancora più personalizzati e accoglienti gli spazi della vostra struttura.

Il marmo e la pietra sono prodotti naturali ideali per realizzare interni eleganti e di classe, regalando alla casa uno stile esclusivo tradizionale, rustico o moderno e elegante.

Grazie al vostro gusto d’arredo potremo seguire le linee del design della vostra struttura per renderla unica.

Pietra e cotto

Eterna e sempre alla moda, la pietra vi permette di arredare il bagno con dettagli dai colori caldi e accoglienti, per offrirti un servizio affidabile, rispondente a tutte le tue necessità.

Grazie alla collaborazione con i nostri professionisti, ti offriamo un servizio affidabile e rispondente a tutte le tue necessità.Qualità certificata a prezzi accessibili, ti regalano la funzionalità e il comfort di cui hai bisogno.

La pietra e il cotto sono utili per arredare e strutturare non solo pareti esterne e pavimentazioni, ma anche gli interni di bagni, saloni, etc, con un tocco di stile tradizionale intramontabile.

Manutenzione e consulenza

Edilgiò propone ai suoi clienti interventi di manutenzione e ristrutturazione rapidi e convenienti, in modo da restituirti al più presto il relax della tua casa.

Successivamente alla sottoscrizione della C.I.L. possiamo svolgere tutti i lavori necessari a rendere il bagno della tua casa su misura per le tue necessità e le tue scelte di stile in termini di design e di arredo.

Comunicazione Inizio Lavori: normativa per la sicurezza

Per effettuare qualunque tipo di intervento straordinario è necessario richiedere la comunicazione di inizio lavori.

Un vero e proprio permesso ad operare dopo un’analisi attenta dello stato della casa e del progetto di ristrutturazione da effettuare.

Tutte le operazioni di adeguamento della struttura alla normativa vigente o il rifacimento di parti della struttura, comprese scale e tramezzi, rientrano in questa tipologia di lavori.

Prima di agire quindi è necessario capire quali sono le tue necessità e procedere di conseguenza.

Per conoscere nel dettaglio le tue esigenze e sottoporti il nostro progetto di ristrutturazione, inviaci un messaggio di posta elettronica. Potremo così conoscere le tue esigenze e le tue idee di rinnovo degli spazi della tua casa e inviarti un preventivo personalizzato e gratuito dei nostri servizi, con il dettaglio di tutti i costi e i prezzi dei nostri interventi.

PRIMA

Sostituzione vasca da bagno con il piatto doccia

Puoi provvedere anche alla sostituzione della tua vasca da bagno con il piatto doccia senza la demolizione totale del pavimento e rivestimento.

Richiedi informazioni, è semplicissimo!

SOSTITUZIONI VASCHE CON DOCCE A PARTIRE DA EURO 2.000.

Quanto costa rifare un bagno e come spendere meno

La ristrutturazione del bagno è innanzitutto un investimento, non solo per quanto riguarda il valore della vostra abitazione ma anche per quanto riguarda il vostro benessere e il vostro bellessere. Già perché il bagno è il fulcro della vostra intimità, della vostra persona, del vostro benessere. Questa parte della vostra casa è quindi importante, ed a seconda delle disponibilità è bene concedergli un po’ di attenzione ogni tanto.

Quanto costa rifare un bagno è sempre un punto interrogativo in quanto troppe variabili ci girano attorno, ma sul preventivo incide soprattutto la superficie da ristrutturare e il tipo di sanitari che vogliamo istallare. Ma andiamo con ordine e pensiamo alla prima cosa da fare: schiarirsi le idee.

Già perché prima di chiedersi quanto costa rifare un bagno dobbiamo chiederci cosa vogliamo per il nostro bagno e come lo vogliamo fare. Inutile fare lavori a metà, ristrutturazioni parziali alle quali siamo costretti ad accontentarci per mancanza di fondi, tempo, energie. Piuttosto rinviamo i lavori di qualche mese.

Per schiarirci le idee su quanto costa rifare un bagno dobbiamo anche distinguere tra ristrutturazione estetica o ristrutturazione funzionale. Difatti, cambia parecchio tra cambiare colore delle piastrelle e sanitari e rifare l’impianto idraulico. Per non parlare del caso in cui ci siano anche dei muri da spostare: in questo caso fate bene attenzione e chiedete un consiglio a chi ne sa qualcosa in più perché probabilmente ci saranno dei permessi da richiedere e dei moduli da compilare.

E ovviamente ciò va a incidere al momento di staccare l’assegno. E per quanto riguarda l’impianto elettrico? Vorresti un po’ più di luce? La vecchia plafoniera non ti piace più ma adori i faretti che hai visto in quel showroom? Altra spesa, ma stavolta tranquilla, un po’ meno rispetto all’impianto idraulico. Beh dipende anche dal designer dei faretti! Infine, momento clou che andrà a determinare quanto costa rifare un bagno: la scelta dei sanitari, della vasca o della doccia. Qui, signore e signori, il mercato da veramente il meglio di se. Una ricca varietà di prezzi, materiali, stili, grandezze, colori, e chi più ne ha più ne metta, per soddisfare ogni tuo desiderio. Infine, c’è la tinteggiatura!

Non vorrete mica tralasciare un dettaglio così importante, no? Ma non disperate, c’è un margine sul quale possiamo risparmiare. Già perché ci sono cose che potete fare anche voi, senza spendere altri soldi in mano d’opera. Basta poco, qualche arnese (prestato magari) e olio di gomito.

Ad esempio? Rimuovere le vecchie piastrelle ed i sanitari, tinteggiare le pareti, aggiustare quel vecchio armadietto o sigillare con il silicone il piatto doccia! Che dite, non ne siete capaci? Non sapete come fare? Anche qui la risposta è molto semplice, così semplice che ve ne stupirete: cercate su internet! Il web è stracolmo di consigli e anche video. Basta ingegnarsi! E veniamo ora alla domanda principe… quanto costa rifare un bagno. Beh, per la ristrutturazione di un bagno di medie dimensioni, utilizzando sanitari tipo e senza far lavori troppo rivoluzionari, qualche migliaio di euro vanno messi in preventivo. A seconda dell’impegno profuso, rifare un bagno può arrivare anche a cifre molto ma molto impegnative. Quindi…. quanto costa rifare un bagno? Dai 3000 in su… è tutta questione di obiettivi!

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.

Quanto costa rifare un bagno?

Quanto costa rifare un bagno?

Restaurare il bagno, consigli utili

Rifare il bagno è un opera costosa e se affidata a degli specialisti mediamente si spende intorno ai 5 mila euro per un bagno standard senza troppe finiture di pregio come ad esempio vasche idromassaggio o cabine doccia particolarmente curate. Rimuovere i vecchi rivestimenti, piastrelle, sanitari, sistemare l'impianto idrico ed elettrico non è di certo un lavoro che si riesce ad effettuare in un giorno.

E' possibile ristrutturare il bagno fai da te? Teoricamente è possibile dato che sostituire le piastrelle e sanitari rientra nella manutenzione ordinaria, quindi non è necessario avere particolari permessi dal comune, in ogni caso è meglio informarsi onde evitare di avere problemi con i vicini soprattutto a causa dei rumori durante la rimozione delle piastrelle. Bisogna calcolare che fare un bagno fai da te è un operazione molto lunga rispetto a quanto farebbero dei professionisti, bisogna imparare diverse cose e avere tempo per risolvere imprevisti.

Costi per rivestimenti e pavimento

Possono essere molto vari, si parte da 5 euro a metro quadro fino ed anche oltre i 30 euro dipende molto dai vostri gusti, mediamente le piastrelle incidono poco sul costo finale dato che i bagni sono piccole stanze rispetto il resto della casa.

Costi per i sanitari

Anche qui ci sono tantissime scelte possono costare dai 30/40 euro per i modelli made in china fino ed oltre i 500 euro per i modelli di pregio, in base ai vostri gusti sceglierete il design che fa più per voi.

Lavabo e mobili

Possono costare anche oltre i 1000 euro, ma ce ne sono per tutte le tasche a partire da 200 euro circa i modelli più semplici anche meno, anche questo dipende molto dalle vostre preferenze, un giro in tutti i centri fai da te riuscirà sicuramente a chiarirvi le idee, girando più negozi troverete sicuramente ottime offerte.

Smaltimento dei rifiuti speciali

Per smaltire le vecchie mattonelle/sanitari occorre trovare un centro abilitato, questo servizio è in genere gratuito, viene fornito da ogni centro raccolta di ogni comune, inoltre c'è sempre chi ha bisogno di calcinacci per costruire se notate un cantiere nelle vostre vicinanze potete provare ad informarvi se hanno bisogno di materiale per riempire.

Rifare un bagno fai da te costa poco, se si sceglie una soluzione economica potrebbero bastare anche meno di 1000 euro, tuttavia l'aiuto di un idraulico è solitamente consigliato almeno per il montaggio a regola d'arte dei sanitari, rubinetti, scarichi ed eventuali modifiche all'impianto idrico, un professionista potrebbe montare il tutto in meno di una giornata una volta preparato tutto il resto.

Come rifare un bagno fai da te

Elenchiamo le principali operazioni da effettuare.

1) Smontare i vecchi sanitari/mobili e sgomberare il bagno

Per poter rifare il bagno è necessario smontare tutto, per smontare i sanitari basta togliere le viti che li ancorano a terra e battere piano piano su di essi fino a staccarli da terra, solitamente sono ancorati a terra per mezzo di viti e cemento bianco, bisogna fare attenzione a non batterli con troppa forza per evitare di spaccarli e danneggiare anche le tubature.

2) Rimozione delle piastrelle/pavimenti

Se avete intenzione di sostituire i vecchi rivestimenti e piastrelle, con l'aiuto di un "male e peggio", una mazzetta e scalpello a punta piatta la rimozione delle mattonelle e rivestimenti è un operazione piuttosto veloce. Con la mazzetta e lo scalpello basta fare leva sulle piastrelle tra il massetto/muro e il bordo delle piastrelle con dei piccoli colpi. Questa operazione va fatta nel pavimento dopo averne distrutta una, è un operazione faticosa ma con mezza giornata una persona sola può facilmente smantellare la superficie di un bagno di dimensioni standard.

3) Rimozione della vecchia colla

Questa operazione è decisamente la più lunga e faticosa, sotto le piastrelle troverete la vecchia colla sopra al massetto di cemento, per fare un buon lavoro bisogna rimuoverla tutta scoprendo il massetto in modo da poter riposizionare le nuove mattonelle senza rialzare il piano. Bisogna colpire con molta pazienza la colla in varie direzioni per rimuoverla completamente, potrebbe volerci anche più di una giornata intera per un bagno di grandi dimensioni.

4) Raccolta e smaltimento dei rifiuti

I rifiuti prodotti da un rifacimento del bagno sono molti, vanno raccolti in speciali sacchi per muratori e smaltiti presso un centro autorizzato, o gratuitamente presso l'isola ecologica del vostro comune.

5) Posa delle piastrelle

(segui il link in blu per ulteriori informazioni) Realizzare un pavimento è un operazione semplice ma se non avete esperienza dovete prestare molta attenzione, bisogna posare le mattonelle secondo un ordine stabilito in base alle proprie preferenze estetiche, usando colla e ritagliando le mattonelle con precisione.

6) Montaggio dei nuovi sanitari

Bisogna a questo punto fare l'opposto per lo smontaggio, ovvero riposizionarli nel loro posto stabilito facendo attenzione di montare adeguatamente le guarnizioni, effettuare i fori per ancorare a terra i sanitari, avvitarli. In conclusione: Il bagno non è esattamente un lavoro adatto al fai da te a meno che non si ha a disposizione un secondo bagno, molta pazienza e voglia di imparare, per realizzare un bagno fai da te potrebbe servirci anche più di una settimana e spesso per chi non ha tutto questo tempo è meglio ricorrere a dei professionisti o quanto meno ad un aiuto per le parti più delicate. Esempio di una spesa per il rifacimento bagno fai da te: -Rivestimento bagno: 200 euro -Sanitari nuovi: 300 euro -Piatto doccia e cabina doccia: 250 euro -Rubinetti nuovi: 300 euro -Lavabo con mobile: 200 euro -Pezzi di tubo, raccordi, guarnizioni: 50 euro -Scaldabagno 80 lt: 90 euro -Aiuto di un Idraulico: 200 euro Totale spesa: 1590 euro

Quanto costa rifare un bagno?

Spesso l’esigenza di riqualificare un bagno, è correlata alla necessità di risolvere problematiche di tipo impiantistico (perdite di acqua dai tubi nei bagni particolarmente obsoleti) ma si tratta principalmente di una scelta dettata dalla volontà di rendere più funzionale ed esteticamente “moderna” la stanza più intima della casa.

Si comincia con le opere di demolizione dei sottofondi e del pavimento, la rimozione delle piastrelle a parete, lo smontaggio e rimozione di tutti gli elementi sanitari (wc, bidet, doccia o vasca, mobile lavabo, eventuali radiatori/scaldasalviette). Successivamente si procede alla rimozione di tutte le linee idrauliche ed elettriche che verranno dismesse e si completano le attività di smantellamento e demolizione con il conferimento presso le discariche di tutto il materiale rimosso. Attenzione: verificare che tutte le linee idrauliche siano ben chiuse mediante l'impiego di tappi o che siano - se la rimozione richiede grande dispendio di tempo e risorse - completamente isolate. E' opportuno assicurarsi ad esempio che non vi siano tubi di sfiato, scarico aperti e ancora collegati per evitare che al termine del lavoro si verifichino problemi legati alla presenza di puzza o perdite dalle tubazioni.

Il costo di questi lavori chiaramente avrà un incidenza differente a seconda dell’ubicazione dell’appartamento oggetto d’intervento (i costi saranno ovviamente maggiori se si tratta di ristrutturare un locale al sesto piano piuttosto che al piano terra) e potrà variare inoltre in funzione della possibilità di installare un argano sul balcone o la possibilità di utilizzare l’ascensore.

Per rifare un bagno di dimensioni tradizionali (diciamo 4/5 mq), le attività sopra descritte possono variare tra le 800/1000 €, comprese le eventuali opere di protezione di porte, pavimenti, ascensore e quanto indispensabile per evitare danni a cose durante lo svolgimento dei lavori.

Veniamo adesso al lavoro più importante e cioè la realizzazione dell’impianto idraulico. Solitamente il costo oscilla tra i 180/220 € a punto acqua, dove il maggior costo dovrebbe essere associato ad una maggiore capacità tecnica dell’idraulico.

Per un bagno composto quindi da 4 punti acqua (wc, bidet, lavabo, doccia/vasca) è possibile quantificare la spesa in circa 800€. Nel caso sia prevista in bagno l’installazione di una lavatrice, chiaramente si dovrà considerare la creazione di un ulteriore punto acqua con l’aggiunta del relativo costo.

A questi costi sarà necessario aggiungere gli importi necessari per l’acquisto di eventuali sifoni, cassette di scarico, rubinetti di arresto e accessori utili all’esecuzione del lavoro, oltre che i costi relativi alle assistenze murarie e cioè all’attività svolta dall’impresa per eseguire le scanalature, fori, demolizioni, rasature solitamente quantificate in percentuale ai lavori idraulici svolti (mediamente intorno al 40%).

Consiglio: Prima di procedere con l’avanzamento del cantiere in questa fase è consigliato fotografare bene ogni tratto di tubo, in modo da poter ricostruire - qualora dovesse servire in futuro - lo sviluppo dell’intero impianto sia a parete che a pavimento.

Ad impianto collaudato, si potrà procedere con l’esecuzione del nuovo sottofondo, andando a coprire tutte le tubazioni precedentemente installate e le opere di rivestimento a parete e a pavimento. L’esecuzione del nuovo sottofondo è quantificabile a corpo in circa 300/400 € a seconda dello spessore (mediamente intorno ai 10 cm), mentre per la posa dei rivestimenti, generalmente è possibile stimare un prezzo di 20€/mq anche se spesso viste le ridotte superfici da rivestire tali attività vengono quantificate a corpo, generalmente con costi tra le 700/1000€.

Per completare il lavoro, si procede all’installazione dei sanitari, della rubinetteria e degli accessori (box doccia, lavabo, ecc) con costi tra i 350/450 € a seconda della complessità di posa degli accessori acquistati e alla tinteggiatura delle pareti.

Se tra i lavori previsti avete anche programmato di aggiungere o spostare uno scaldasalviette oppure un radiatore, bisognerà chiaramente considerare il maggior costo per la creazione della nuova linea di riscaldamento e le assistenze murarie correlate. Il costo di uno scaldasalviette e delle valvole che saranno completeranno l'impianto possono variare da 100€ a 1200 € a seconda della tipologia di elemento radiante scelto, per quanto riguarda l'esecuzione dell'impianto è ragionevole ipotizzare 500 € tra lavori edili ed esecuzione della linea riscaldamento.

Per chi avesse trovato sul parabrezza dell’auto il classico volantino in cui si propongono di rifare completamente il bagno a 4000/4500 euro (più vacanza alle Maldive compresa nel prezzo) dico:

Attenzione! E’ importante avere la certezza che a fine lavori il risparmio ottenuto sia reale e non frutto di semplice ma illusorio taglio al preventivo, dove ad andarci di mezzo è la qualità del lavoro.

Ricordate che i vizi in caso di lavori non eseguiti a regola d’arte, emergeranno purtroppo soltanto a distanza di tempo e i soldi risparmiati non saranno più sufficienti a rimediare agli eventuali vizi e danni che si riscontreranno.

Risparmiare sui lavori per rifare il bagno è possibile, ma è sempre consigliato rivolgersi ad imprese collaudate e referenziate. Sul sito ne troverete di ottime nella vostra zona! Utilizza i link che seguono per richiedere i migliori preventivi.

Arredo bagno: la nuova cabina doccia “Revolution”

Nonostante la crisi economica internazionale il business legato all’arredamento del bagno non ha subito nessuna inflessione. Ogni anno milioni d’italiani spendono molti soldi nella scelta di mobili e sanitari destinati alla cura del corpo e del benessere psicofisico. Le spese relative al settore del welness sono aumentate negli ultimi anni in quanto si è presa coscienza che la casa è decisamente il luogo dove ci si rilassa di più. In virtù di queste ragioni il settore dell’arredamento del bagno è riuscito a ritagliarsi nel mercato settoriale un grande spazio che muove milioni e milioni d’euro.

Tra gli oggetti più ambiti ci sono non solo le vasche idromassaggio d’ultima generazione, ma anche le docce multifunzioni che recentemente stanno ottenendo un successo senza precedenti grazie soprattutto all’innovazione nella loro struttura.

Le docce multifunzioni ormai rappresentano dei piccoli spazi dove si possono trovare tutti gli optional fondamentali per un vero e proprio welness completo: sauna, cromoterapia, musica, luci a led. Insomma tutto il necessario per rendere la doccia un momento di relax con tutti i comfort, in più nel bagno di casa!

Sicuramente tra le idee rinnovative degli ultimi anni in tema di arredo bagno c’è la doccia “Revolution” destinata a ricreare nella sala da bagno un vero hamman. Dotata di numerose funzioni, questo strumento consente di rilassarsi nel proprio bagno senza dover spendere cifre esagerate in un centro benessere. La Revolution offre un bagno di vapore alternati a getti di acqua fredda finalizzati a tonificare il corpo e lo spirito, il tutto coordinato ad una secca sauna finlandese. Una vera rivoluzione nell’arredo bagno che mette insieme i tre principali elementi : vapore, acqua, e calore. Anche la scelta dei materiali è innovativa, tra l’altro tutti in perfetta armonia con gli arredi bagno degli ultimi decenni. Se poi si aggiunge questi veri strumenti di benessere sono stati corredati di sale per ascoltare la musica hi-fi o vedere filmati e numerosi luci soft che creano ambienti e atmosfere decisamente rilassanti, la perfezione è alle porte.

Certo è che l’arredo bagno è un settore economico in continuo evoluzione, la ricerca della perfezione non solo estetica va a coordinarsi con le nuove tecnologie ormai totalmente presente in ogni mobile o accessorio del bagno. La tecnologia è dunque il primo aspetto per poter vendere di più. La possibilità di ricreare nella propria abitazione una stanza da bagno non solo funzionale, ma destinata a coccolarsi convince gli acquirenti a spendere un po’ di più al momento della scelta, vista anche la scarsa possibilità di poter concedersi una vacanza, magari in qualche SPA.

Perciò via all’acquisto di docce, sanitari, vasche che diventano degli strumenti di benessere. Dopo una giornata di lavoro magari anche poco redditizia sapere di dedicarsi al proprio fisico senza lasciare la propria casa è sicuramente un argomento che convince all’acquisto, anche se poi era un acquisto poco previsto, ma in tal modo l’attesa della doccia quotidiana sarà un vero piacere che culminerà in quel momento. Certo che l’arredo bagno fosse così importante solo qualche tempo fa non era neanche ipotizzabile.

Lavori e costi bagno

Se i lavori di ristrutturazione interessano solo la parte strettamente legata all'estetica, i lavori potranno essere effettuati senza stilare alcuna domanda, ed avranno un costo nettamente inferiore. Il primo step, corrisponde alla parte più complessa dei lavori: si dovranno effettuare lo smaltimento dei sanitari, dei pavimenti, dei mobili e di tutto ciò che compone la struttura del bagno.

Lo step successivo corrisponde allo smaltimento dei rifiuti e alla posa in opera dei pavimenti, all'installazione dei sanitari e della rubinetteria. In un bagno funzionano due tipi di tubazioni: carico e scarico acqua.

Le tubazioni di carico, sono di dimensioni minori a quelle di scarico: le tubazioni che vengono maggiormente usate sono quelle in polietilene, un materiale che resiste al caldo e al freddo e che si conserva nel tempo.

Quanto costa rifare un bagno?

Chiunque ha intenzione di ristrutturare il proprio bagno si pone questo legittimo quesito, ma la risposta non può essere univoca, dato che il prezzo complessivo dell’intervento dipende da molteplici aspetti, dunque dalla grandezza del bagno, dal tipo di Interior Design che si intende ricreare, dal valore di mercato dei mobili scelti, dalle dimensioni e dalla forma della stanza, solo per elencare i principali.

Dal punto di vista pratico, rifare il bagno può includere una gamma di interventi piuttosto vasta: per una ristrutturazione di questo tipo può essere utile realizzare nuovi pavimenti e rivestimenti, dunque anche eliminare quelli vecchi, rimodernare gli impianti elettrici e di scarico, collocare dei nuovi mobili, oltre a tutti i vari interventi di posa in opera.
Un aspetto fondamentale se si vuol rifare un bagno è inoltre quello legato alla progettazione: questa fase ha un’importanza cruciale affinché il nuovo bagno sappia rivelarsi perfettamente in linea con le aspettative funzionali ed estetiche di chi richiede il restyling, dunque anche queste attività devono assolutamente essere incluse tra quelle necessarie per eseguire una ristrutturazione di qualità.

Alla luce di quanto affermato è sicuramente un ottimo suggerimento quello di affidarsi a un’azienda che sappia operare come General Contractor, dunque che sia in grado di provvedere alla ristrutturazione in modo del tutto autonomo.
Una soluzione di questo tipo è molto vantaggiosa anzitutto dal punto di vista dei costi: se si assegna ad un’unica azienda l’intera commessa ristrutturativa, infatti, è verosimile che la stessa proponga un prezzo più conveniente rispetto alla complessiva spesa che si dovrebbe sostenere rivolgendosi a ditte con competenze diverse.

Al di là della convenienza economica, affidare l’incarico a un’unica azienda offre delle garanzie ben più solide, dato che la ditta di riferimento per qualunque tipo di necessità è sempre una, senza considerare che rifare un bagno è un’attività che richiede degli interventi ben coordinati tra loro, dunque affidarsi a un’unica azienda rende queste operazioni assai più efficienti.
In tutti i casi, ovviamente, l’azienda cui ci si affida deve essere trasparente, fornendo dei preventivi dettagliati: il costo per rifare il bagno deve essere specificato prima che l’intervento venga eseguito, dunque chi richiede il servizio non deve assolutamente ritrovarsi a dover sostenere spese inattese.

Non bisogna dimenticare che rifare il bagno, in questo periodo, è molto conveniente, in virtù delle detrazioni fiscali attualmente attive: nel valutare i preventivi forniti dalle aziende specializzate, infatti, bisogna considerare anche questo interessante aspetto, il quale ha già spinto tantissime persone a compiere questo passo, utilissimo per rendere la propria abitazione più confortevole ed esteticamente accattivante.

Come ristrutturare un bagno piccolo?

Ristrutturare un bagno piccolo è semplice, se sai come fare.

Nel post di oggi voglio svelarti 4 strategie che puoi utilizzare quando devi rifare un bagno di piccole dimensioni.

Grazie a questi trucchi il locale sembrerà più grande di quanto sia in realtà.
I consigli che stai per leggere funzioneranno anche se lo spazio a tua disposizione è praticamente inesistente.

Se non hai esperienza in materia, prima di partire, ti consiglio di leggere il mio articolo dedicato alle fasi che compongono il rifacimento del bagno.

Al suo interno troverai tutti i passaggi (con relative foto) che ti aiuteranno a capire cosa ti aspetta quando devi realizzare questo intervento.

Prima di inviare la richiesta tieni a mente che:

► i professionisti con cui collaboro si occupano SOLO di ristrutturazioni chiavi in mano;
► avrai un unico interlocutore;
► non si occupano di ristrutturazioni low-cost, dove il primo obiettivo è il risparmio;
► non fanno preventivi senza aver eseguito un sopralluogo;

L’articolo che hai letto ti è stato utile?
Allora condividilo con amici e conoscenti…GRAZIE!

Se siete in procinto di effettuare una rapida ristrutturazione bagno, il nostro consiglio sarà quello valutare le diverse soluzioni.

Cercando di realizzare quella più consona non solo con il vostro budget iniziale, ma anche che l’ideologia di prodotto finale che avrete intenzione di andare ad ottenere.

Cerchiamo di procedere per gradi:

Ponendo l’attenzione su quelli che saranno gli elementi fondamentali nella vostra ristrutturazione bagno, vale a dire i rivestimenti, i mobili e chiaramente anche gli accessori, che ad oggi sono molteplici, dagli stili differenti e sicuramente in grado di donare un tocco di classe e freschezza al vostro ambiente.

Mai lasciare nulla al caso nella vostra ristrutturazione bagno!

Non dovrete mai lasciare nulla al caso, partendo ad esempio dai rivestimenti, infatti, sarà opportuno fare delle scelte mirate, cercando di puntare su quei prodotti che riusciranno senza grandi sforzi a donare un tocco di originalità al vostro bagno.

I rivestimenti andranno scelti non solo in base al proprio gusto, ma anche ad alcune condizioni che avranno un peso davvero notevole.

Come ad esempio l’esposizione, oppure eventuali condizioni di umidità della stanza, ma non solo, date un’occhiata anche al vostro budget, cercando di non sforare inutilmente, perchè ogni soldino risparmiato potrete reinvestirlo in un secondo momento per l’acquisto di accessori unici e funzionali!

La ristrutturazione bagno è una fase molto importante, chiaramente sono tante le realtà che se ne occupano da anni.

Le stesse che grazie ad una programmazione ben precisa potranno creare un qualcosa di unico, che si sposi alla perfezione con le vostre idee.

Basti pensare alle tante persone che preferiscono investire su un bagno in muratura, il quale riesce ad offrire un colpo d’occhio davvero splendido!

Ad oggi con un semplice preventivo, richiedibile anche online, avrete sicuramente modo di conoscere belle realtà che si occupano di ristrutturazione bagno, le stesse che potrebbero assicurarvi un lavoro ben fatto ed un risultato impeccabile.

La ristrutturazione del bagno è avviata da migliaia di italiani ogni anno. Va sempre ricordato che ci sono delle interessanti agevolazioni fiscali, ma la domanda principale che tutti si fanno è la più ovvia: quanto costa la ristrutturazione di un bagno?

 

la domanda ricorrente che ci viene posta è quanto costa ristrutturare il bagno? ...
... la risposta standard è dipende!

Non ci piace dare risposte inesatte, possiamo preventivare con serietà ed esattezza il costo della ristrutturazione del tuo bagno solo dopo un primo sopralluogo, alcune specifiche (bagno o vasca, altezza dei rivestimenti, superficie del bagno, sanitari a terra, parete o sospesi, ecc) e la scelta dei materiali (capitolato o extra capitolato). Fissati questi punti di massima possiamo realizzare un un progetto bagno personalizzato gratuito con preventivazione sicura dei relativi costi.

Abbiamo comunque sviluppato un offerta standard per la ristrutturazione completa di un bagno di dimensioni 3 mt x 2 mt (6 mq di superficie), rivestimenti a 2.5 metri, box doccia con piatto quadrangolare 0.9 m x 0.9 m, materiali da capitolato con sanitari a terra. Il costo per la ristrutturazione del tuo bagno non sarà molto diverso.

Ristrutturazione bagno completo fornitura materiali 5.900 €

- con IVA e senza detrazioni fiscali -

L'offerta commerciale ML Costruzioni per la ristrutturazione bagno è di 5.900 € e comprende la progettazione bagno , demolizione, rifacimento impianto idraulico, opere murarie e impianto elettrico, posa pavimenti, rivestimenti e sanitari con fornitura materiali da capitolato bagno completo (scarica capitolato bagno), imbiancatura finale. I materiali da capitolato comprendono sanitari, rubinetteria, piastrelle e rivestimenti, piatto e box doccia (a scelta, alcuni materiali prevedono un maggiorazione come, ad esempio, i sanitari sospesi).
D'altra parte, i nostri clienti hanno sempre la possibilità di personalizzare pavimenti, rivestimenti, sanitari e rubinetterie o magari scegliere d'installare una vasca da bagno. Se i materiali proposti nel capitolato non soddisfano le tue esigenze o desideri modificare il progetto che ti abbiamo proposto provvederemo ad apportare le modifiche progettuali necessarie e ti inviteremo a visitare la nostra sala mostra.

Ristrutturazione bagno completo fornitura materiali 2.950 €

- con IVA ed al netto delle detrazioni fiscali -

Le agevolazioni fiscali IRPEF del 50% per le ristrutturazioni edilizie permettono di abbattere notevolmente il costo della ristrutturazione del bagno standard completo della fornitura di tutti i materiali (vedi capitolato bagno standard). Il costo per la ristrutturazione completa del bagno al netto delle agevolazioni IRPEF è di 2.950 € (agevolazioni IRPEF nella misura di 2.950 € in 10 anni, 372 € all'anno).

Ristrutturazione bagno solo manodopera 4.900 €

- con IVA e senza detrazioni fiscali -

L'offerta commerciale ML Costruzioni per la ristrutturazione bagno, con la sola fornitura di manodopera e materiali di consumo (cemento, colla, tempera, ecc), è di 4.900 € e comprende la, demolizione, rifacimento totale dell'impianto idraulico, opere murarie e impianto elettrico con rifacimento massetto, posa pavimenti, rivestimenti e sanitari, imbiancatura finale.

Ristrutturazione bagno solo manodopera 2.450 €

- con IVA ed al netto delle detrazioni fiscali -

Le agevolazioni fiscali IRPEF del 50% per le ristrutturazioni edilizie permettono di abbattere notevolmente il costo della ristrutturazione del bagno che, con la sola la fornitura della manodopera e dei materiali di consumo (cemento, colla, tempera, ecc) ed al netto delle agevolazioni IRPEF, è di 2.450 €(agevolazioni IRPEF nella misura di 2.450 € in 10 anni, 285 € all'anno).

Le sue linee guida per ottimizzare le spese sulla ristrutturazione di un bagno.

  • Dipende tutto dalla dimensione. Naturalmente maggiore è la metratura della stanza, più alto sarà il costo della ristrutturazione
  • Si parte con la scelta dell’assistenza di un tecnico. Il suo costo varierà dalla professionalità e dall’esperienza nella ristrutturazione del bagno, ma solitamente si va dai 500 ai 1000 euro
  • Sostituzione dei sanitari. Dipende dalla qualità: per il classico set lavabo-bidet-wc si può partire dai 300 euro fino a salire ai 3000-4000 euro per la massima qualità
  • Pavimento e piastrelle, spesso il fulcro della ristrutturazione del bagno. Dipende dalla metratura, dal tipo di ceramiche, mattonelle e/o parquet ma solitamente si viaggia tra i 1000 e i 2000 euro
  • Impianti. Dipende se la ristrutturazione del bagno richiede dei piccoli lavori di manutenzione o dei piccoli rifacimenti: dai 200 euro in su

Il bagno è stato promosso da stanza di servizio a centro benessere della casa. Oltre alla naturale usura degli impianti e dei servizi igienici-sanitari, questa nuova interpretazione porta al desiderio di ristrutturare il bagno per adeguarlo alle attuali esigenze. Nel pianificare i lavori necessari bisogna fare i conti anche con le nostre aspirazioni, la struttura dell’edificio, impianto idraulico e permessi edili.

 

Se gli interventi riguardano la sostituzione delle piastrelle, pavimenti o sanitari non c’è bisogno di notificare la notizia al Comune, eventualmente c’è da chiedere l’impresa esecutrice dei lavori se è informata sulle modalità per lo smaltimento delle macerie,

 

Quando si ristruttura va considerato nel calcolo del costo di ristrutturazione casa se gli interventi prevedono la modifica della volumetria della stanza, come spostare un muro, deve essere dichiarato l’inizio delle attività al Comune di competenza e una volta terminato deve essere comunicata la variazione catastale all’Agenzia delle Entrate.

 

Importante se l’abitazione si trova in un condominio, è necessario e consigliato il rispetto del regolamento condominiale, per l’inevitabile rumore e sporco che si produce durante un intervento di ristrutturazione.

 

Il costo della ristrutturazione del bagno dipende dal tipo d’intervento. Per la sostituzione dell’impianto idraulico e di quello elettrico è bene affidarsi a esperti, nel dubbio consultare più professionisti del settore, non guardare al solo risparmio economico. La qualità dei materiali, insieme alle dimensioni incidono sul costo finale, ma la buona qualità permette di evitare problemi futuri, basti pensare a un tubo che dopo poco tempo inizia a perdere.

 

Le piastrelle, sia per la pavimentazione e sia il rivestimento delle pareti, sono elemento di forte impatto ma attenzione a farsi affascinare dall’estetica a discapito della qualità. Il bagno è un ambiente ad alta umidità, i materiali possono favorire o meno la traspirazione, evitare l’insorgere delle macchie di umidità o la velocità con cui asciuga la stanza, può sembrare un accorgimento banale, ma scivolare sul pavimento bagnato è causa frequente di traumi.

 

Dopo aver scelto il colore tenendo presente aspetti meno apparenti, ma alla lunga premianti, ecco quello che trasforma il bagno da servizio in un luogo di piacere e cura della persona.

 

Prima domanda a cui rispondere durante l'intervento di ristrutturazione del bagno è: vogliamo una vasca o una doccia? Farsi la doccia o immergersi nella vasca sono due modi profondamente diversi che va ben oltre la semplice pulizia personale, al momento della progettazione del bagno si può esser costretti a dover scegliere.

Se l’appartamento dispone di due bagni la soluzione classica è uno con doccia e uno con vasca. Per fortuna che sul mercato si trovano soluzioni che fanno convergere le due esigenze. Quando la scelta non è dettata dalle dimensioni del bagno nel dubbio, si può scegliere la vasca-doccia, il design è progettato per assolvere entrambe le funzioni, una vasca con piatto doccia e box.

Se lo spazio è limitato, si può optare per docce che offrono la sensazione di immergersi dotate di più getti d’acqua, cabine doccia che hanno abbandonato l’idea di “5 minuti e via”.

Per i più esigenti le cabine multifunzione possono essere idromassaggio, bagno turco, con seduta interna.

 

Parlando di prezzi di ristrutturazione bagno la variabilità è estrema, ad esempio, per una doccia semplice il prezzo si può aggirare sui 200-400 euro per arrivare ad una cabina-doccia-multifunzione che ha costi variabili in base alla qualità ma possono tranquillamente superare le migliaia di euro, così all’incirca anche per le vasche. Un’attenzione particolare meritano le vasche per disabili, negli ultimi anni si è ampliata la gamma dell’offerta sul mercato sia per dimensioni e per linea.

 

Se non vi è bisogno di dover rifare l’impianto idraulico e ci si limita al solo cambio dei sanitari per risparmiare si posso sceglier quelli che abbiano gli attacchi compatibili.

 

Per non dover rischiare di fare due volte il lavoro o doversi pentire amaramente e' necessario investire un po’ di tempo alla ricerca di professionalità e competenza, perché un bagno progettato e realizzato senza competenza può essere anche bello ma può creare disagi nel tempo.

 

Molte aziende specializzate, oltre che eseguire il lavoro, offrono servizio di consulenza per la progettazione. Ottimizzare gli spazi, la sicurezza, il budget, il gusto estetico e l’esecuzione a regola d’arte richiede molto più di qualche idea, per realizzare quello che potrà essere il vostro intimo centro benessere.

Cosa devi sapere quando ristrutturi un bagno? Quali sono le fasi della ristrutturazione e quanto durano i lavori? Come puoi guadagnare più spazio grazie ad una ristrutturazione intelligente?
Quanto si spende per un rifacimento completo?

In questo articolo risponderò a queste e ad altre domande che mi vengono rivolte dai clienti durante i sopralluoghi.

E’ a tutti gli effetti la guida definitiva su questo argomento.

Sei pronto? Partiamo!

 

Ristrutturazione bagno: tutto quello che devi sapere

Dopo più di trent’anni di attività lo posso dire senza dubbi: il bagno si è guadagnato il podio delle attenzioni quando si parla di ristrutturazioni di interni.

Non si contano più gli show-room iperspecializzati nella fornitura di tutti gli elementi che compongono questo ambiente della casa: dai sanitari alle docce fino ai pavimenti e ai rivestimenti.

Sono aumentate moltissimo le possibilità di personalizzazione e quindi il ventaglio di scelta di tutti gli elementi.

Una gran bella cosa, ma come spesso accade c’è il rischio di rimanere confusi dalle troppe possibilità che il mercato offre.

Come se non bastasse non sempre gli impresari edili si sforzano per mettere i puntini sulle “i” quando vengono contattati per una ristrutturazione, ed è anche per questo che ho deciso di scrivere queste righe.

Se nessuno si è preso il tempo per spiegare alcune cose molto importanti allora vorrà dire che sarò il primo.

Prima di partire il mio consiglio è quello di leggere un mio articolo che racconta, passo passo, le fasi della ristrutturazione del bagno.

- See more at: http://www.venetoristrutturazioni.com/ristrutturazione-bagno-chiavi-in-mano/#sthash.AQRnxTWx.dpuf

 

Concludendo, quanto costa ristrutturare un bagno? Dire una cifra senza sapere le dimensioni e i materiali è impossibile, per questo è importante sempre chiedere un sopralluogo ad imprese edili specializzate in ristrutturazione di bagni che sappiano realizzare senza complicazioni un bagno chiavi in mano valutando le richieste specifiche del cliente, sapendo anche suggerire i materiali che più si adattano alle esigenze specifiche di ciascuno.

 

A fronte delle richieste ricevute possiamo affermare che il costo di un bagno medio(come qualità e dimensioni) in Italia è di circa 4000-5000 euro, dipendendo ovviamente dalle regioni in cui il bagno viene rifatto.

Coloratissimo ed energetico oppure neutro e rilassante, il bagno rappresenta uno degli ambienti più vissuti della casa, e che come tale va curato. Arredarlo bene quindi, è piuttosto importante. Certo, tutti vorremmo un idromassaggio ultimo modello pronto ad accoglierci al ritorno dall’ufficio (sì, sì…anche con la flûte di champagne ghiacciata preparata dalla nostra cameriera immaginaria) ma non tutti possiamo permettercelo. D’altronde il bagno, in genere considerato uno degli ambienti di casa più costosi da arredare, può essere realizzato ad hoc in base alle proprie esigenze. Scopriamo insieme 4 esempi di arredo bagno totale con relativi prezzi: viaggeremo in salita, dal low cost al lusso più sfrenato.

Bagno Low Cost, prezzi davvero piccoli

Magari è quello della casa al mare, magari abbiamo deciso comunque di non esagerare: vediamo qual è il prezzo base da cui si può partire. Immaginiamo una stanza di 3 per 2 metri (gli stessi riferimenti varranno per tutti gli esempi quindi 22 metri quadrati circa da piastrellare):

  • Piastrelle: optiamo per un elegante gioco di marrone e beige, con piastrelle con finitura opaca 20x25, a 4,90 euro il metro quadro.
  • Vaso WC: bianco in ceramica, installazione a terra e scarico a muro, 50 euro.
  • Bidet: ceramica bianca, monoforo, installazione a terra 60 euro, con miscelatore monocomando in acciaio cromato a 45 euro.
  • Lavabo: in ceramica bianca, monoforo, con colonna, 60 euro, con miscelatore monocomando in acciaio cromato a 45 euro.
  • Doccia: box doccia 100 euro e piatto doccia in ceramica bianca 60 euro con miscelatore in acciaio cromato a 45 euro e soffione a 10 euro.
  • Costo totale 582 euro
  • Variante con vasca: bianca in ceramica di 1.70x70 centimetri a 75 euro con miscelatore acciaio a 45 euro.
  • Costo totale: 487 euro

Il costo di un bagno low cost, esclusa la manodopera si aggira tra i 450 e i 600 euro.

Senza badare a spese: ecco il bagno di lusso

  • Piastrelle: il nero è sempre la scelta più elegante. Ecco quindi una piastrella nera con bicottura di pasta rossa a effetto marmorizzato 25x33, a 52,90 euro il metro quadro.
  • Vaso WC: bianco in termoindurente, sospeso e scarico a muro, 500 euro. Bidet: bianco in termoindurente, monoforo, sospeso 590 euro, con miscelatore in ottone cromato, finitura classica a 700 euro.
  • Lavabo: in ceramica bianca a colonna con forma di parallelepipedo, 800 euro, con miscelatore in ottone cromato, finitura classica a 800 euro.
  • Doccia: cabina idromassaggio in cristallo temperato e pietra nera a 2510 euro.
  • Costo totale 7066 euro.
  • Variante con vasca: idromassaggio con tv e radio, per 2 persone, con 8 getti orientabili, 3069 euro.
  • Costo totale: 6615 euro.

Il costo di un bagno di lusso, esclusa la manodopera si aggira tra i 6500 e i 7100 euro.

Ampliamo il target, ecco il bagno-medio

  • Piastrelle: vi piace lo stile mosaico? Scegliamo una piastrella sui toni dell’arancione con finitura opaca 23x33, a 9,90 euro il metro quadro.
  • Vaso WC: bianco in ceramica, sospeso e scarico a muro, 90 euro.
  • Bidet: ceramica bianca, monoforo, sospeso 80 euro, con miscelatore alto e sottile in acciaio cromato a 70 euro.
  • Lavabo: in ceramica bianca, tondo e monoforo, da sistemare su mobile, 70 euro, con miscelatore alto e sottile in acciaio cromato a 70 euro.
  • Doccia: box doccia rettangolare 205 euro e piatto doccia in ceramica bianca (più grande) 80 euro con miscelatore in acciaio cromato a 70 euro e soffione quadrato da parete a 70 euro.
  • Costo totale 1022 euro.
  • Variante con vasca: bianca in ceramica di 1.70x70 centimetri a 180 euro con miscelatore alto e sottile in acciaio cromato a 70 euro.
  • Costo totale: 847 euro

Il costo di un bagno medio, esclusa la manodopera si aggira tra gli 850 e i 1050 euro.

Togliamoci qualche sfizio, con un bagno curato

  • Piastrelle: cosa c’è di meglio che iniziare la giornata in un bagno dall’allegro verde acido? Scegliamo una piastrella su questi toni accesi, finitura opaca e bicottura pasta bianca 20x50, a 22,90 euro il metro quadro.
  • Vaso WC: bianco in ceramica, sospeso e scarico a muro, 169 euro.
  • Bidet: ceramica bianca, monoforo, sospeso 130 euro, con miscelatore alto in ottone cromato e finitura lucida, a forma di parallelepipedo 145 euro.
  • Lavabo: in ceramica verde e lucida, tondo e monoforo, da sistemare su mobile, 272 euro, con miscelatore alto e sottile in acciaio cromato a 145 euro.
  • Doccia: box doccia rettangolare con profilo lucido cromato 450 euro e piatto doccia solid surface antiscivolo 500 euro con miscelatore in ottone cromato a 145 euro e soffione rotondo con gioco di led a 230 euro.
  • Costo totale 2689 euro.
  • Variante con vasca: bianca in acrilico con pannelli di 1.70x70 centimetri a 550 euro con miscelatore alto e sottile in acciaio cromato a 145 euro.
  • Costo totale: 2059.

Il costo di un bagno curato, esclusa la manodopera si aggira tra i 2000 e i 2700 euro.

Insomma, in giro per il mondo ce n’è davvero per tutti i gusti: a voi la scelta!

E' importante sottolineare che ai prezzi qui riportati è necessario aggiungere il costo della manodopera (che varia da città a città e da professionista a professionista) e il costo di alcuni materiali utilizzati dai professionisti durante la ristrutturazione.

Abbiamo suddiviso in 8 fasi la ristrutturazione del vostro bagno per facilitare la lettura e per rendere più semplice la comprensione.

1: Rimozione del pavimento e Tubi

Per ristrutturare il bagno occorre anzitutto rimuovere il pavimento e i tubi(se vecchi e danneggiati). Questa è la fase più caotica e rumorosa, dopo aver chiuso l’acqua e inseriti i tappi provvisori nelle tubature si rimuovono i sanitari, si prosegue con la rimozione del pavimento ed il massetto sottostante fino ad arrivare alle tubazioni idrauliche, si prosegue smaltendo delle macerie.

immagine presa da: “http://casasuper.it”

2: Progettare il bagno

I servizi igienici principali delle abitazioni devono essere dimensionati e distribuiti in modo da ospitare e disporre in modo fluido la seguente dotazione minima di apparecchi: water, bidet, lavandino, vasca o doccia. Qualora non sia ospitata altrove, è necessario prevedere anche l’ istallazione di una lavatrice. I servizi igienici secondari (bagno di servizio) possono essere dimensionati anche per contenere solo alcuni degli apparecchi elencati. Abbiamo gia visto Il bagno del futuro potrebbe darti qualche spunto per il progetto se non hai un idea ben chiara di come progettarlo.

3: L’impianto idrico ed elettrico

Ristrutturare il bagno vuol dire affidarsi a un idraulico e ad un elettricista autorizzati a rilasciare la documentazione di conformità.

Idraulico decreto ministeriale n.37 del 22/1/2008.

Elettricista legge 46/90 90 richiede che l’installatore certifichi che l’impianto è a norma.

Il cliente dovrà custodire questi documenti che in caso di perdite d’acqua o nel caso di un incidente domestico le autorità competenti le richiederanno.

4: pareti ed intonaco

Quando si demolisce il rivestimento può succedere che si stacchi anche l’intonaco, occorrerà quindi ripristinare l’intonaco portandolo ad una superficie piana per le nuove piastrelle. In alternativa si può optare per incollare il nuovo rivestimento sulle vecchie piastrelle ottenendo risparmio di tempo e di denaro, cosi facendo si avrà un maggior spessore, visibile soprattutto nei contorni porte e nello stacco tra parete e rivestimento.

5: Rifacimento del massetto

Prima della posa del pavimento occorre realizzare il massetto che deve essere alto minimo 3 centimetri in modo da coprire le tubature; successivamente sullo stesso sarà posizionato una sottile rete metallica onde evitare il formarsi di piccole fessurazioni.

6: pavimenti e rivestimenti

Scegliere Il materiale per il pavimento e rivestimento per il proprio bagno è una vera impresa; ve ne sono di tantissimi tipi per cui ci limitiamo ad indicarvi il costo medio da cui partire che è di circa 26,00 € al mq.

Fatto il massetto si procede alla posa del pavimento e dei rivestimenti che sono fissati con la colla. Ora siamo pronti per la posa in opera dei sanitari.

7: Posa in opera dei sanitari e della rubinetteria

I sanitari possono essere a terra o sospesi a seconda dei gusti. Le aziende produttrici di sanitari per il bagno sono moltissime ed i prezzi oscillano spesso in funzione dell’estetica più che della qualità.

Il compito di posizionare e collegare i sanitari all’impianto idrico è affidato all’idraulico. Un buon idraulico curerà questa fase con molta attenzione onde evitare perdite di acqua che potrebbero causare notevoli problemi dopo la ristrutturazione.

8: La pittura

Finito di ristrutturare il bagno? Ci siamo quasi, bisogna scegliere pitture resistenti alle muffe in modo da limitare al massimo la formazione delle stesse, poi si procede alla pittura delle parti prive di rivestimento.

Costi ristrutturazione bagno

Per ristrutturare un bagno di circa 6mq “servizio chiavi in mano” i prezzi vanno dai 4600 € ai 9000 € (il prezzo dipende molto da materiali per il pavimento, rivestimento, rubinetteria e sanitari).

Se ben organizzati è possibile ristrutturare il bagno in 7 -10 giorni lavorativi.

Ristrutturazione bagno low cost

Ristrutturare il bagno con budget low cost non significa rinunciare totalmente alla qualità dei prodotti e della manodopera. Nel rifacimento del bagno la voce che incide in maniera più evidente nel preventivo sono i prodotti quali:

  • Impianto idraulico carico e scarico del bagno
  • Sanitari
  • Rubinetteria
  • Box doccia
  • Piastrelle per pavimento e rivestimento

Adesso che conosciamo quali sono le voci che incidono maggiormente nella ristrutturazione del bagno, immaginerai che nella ristrutturazione low cost si utilizzino materiali scadenti e sottomarca.

Permettimi di spiegarti cosa significa low cost?

Il termine low cost non indica direttamente i prezzi dei prodotti o dei servizi ma è un modo nuovo e più efficiente di interpretare la produzione e la commercializzazione di beni e servizi grazie al quale è possibile proporre sul mercato prezzi minori per i consumatori. Con il low cost si ha una riduzione dei prezzi mantenendo elevato il livello di qualità dei prodotti.

Solo imprese con esperienza decennale e che effettuano un elevato numero di ristrutturazione di bagni nell’arco di un anno solare matura nel tempo la capacità di effettuare un lavoro di qualità e rispettando i tempi di consegna, con materiali di tre fasce di prezzo, ovvero medio-basso, medio-alto e di lusso

Un fattore importante da tenere in considerazione è appunto la durata dei lavori, non vorrai che il rifacimento del tuo bagno duri un mese vero? Per questo motivo è importante scegliere con attenzione a chi far svolgere i lavori in casa.

La ristrutturazione di un bagno comprende la sostituzione di tubazioni di scarico e anche quelle di carico(approfondisci: schema di carico e di scarico dell’impianto idraulico in bagno), in alcuni casi questo non è necessario sostituire i tubi dello scarico, in questi rari casi il costo è davvero contenuto.

Devi ristrutturare il tuo bagno? Ricordati di scegliere bene chi effettuerà i lavori nel tuo bagno. Contattaci per un preventivo gratuito e senza impegno.

Rivestimento bagno

Quando si avvia il rifacimento del bagno, occorre porre molta attenzione alla questione dei rivestimenti.

La scelta in questo campo è molto varia, ma per non incorrere in errori occorre stabilire in partenza quale sia lo stile più adatto da adottare.

Perché una cosa è optare per uno stile classico, e ben altra è invece adottarne uno minimale, che presuppone un orientamento verso la modernità, con quello che ne può conseguire in tema di rivestimento del bagno, con una lunga teoria di idee che devono però seguire il gusto e lo stile utilizzato nel resto dell’arredo per poter dispiegare al meglio il proprio impatto visivo.

I materiali da preferire per il rivestimento bagno

La prima importante scelta che occorre fare quando si parla di arredamento per la stanza bagno, è proprio quella riguardante il rivestimento.

In tal senso possiamo affermare che i rivestimenti migliori sono quelli realizzati con materiali non porosi e quindi impermeabili, i quali non si rovinano venendo a contatto con l’acqua o con le sostanze aggressive che potrebbero essere presenti in prodotti cosmetici o detersivi.

Da questo punto di vista i materiali migliori sono le pietre naturali, come l’ardesia e il granito, la ceramica e il gres porcellanato.

Si può anche procedere ad una scelta tra pietre per loro natura molto porose, come il marmo e il travertino, che però necessitano di un apposito trattamento di impermeabilizzazione.

Il materiale solitamente più impiegato in bagno resta comunque la piastrella in ceramica attualmente disponibile in una gamma sempre più ampia di colori, forme, dimensioni e decori tali da consentire la migliore personalizzazione possibile del bagno sulla base delle personali esigenze e gusti.

Un tema sempre più usato: il mosaico

Anche In tema di rivestimento bagno, ci sono idee che rimangono senza mai andarsene, magari tornando in auge di continuo.

Una di queste è il mosaico, che come un fiume carsico sembra scomparire dall’orizzonte per poi tornare prepotentemente alla ribalta.

Negli ultimi tempi è stato impiegato in accoppiamento con mattonelle lineari e di grande formato, in modo tale da spezzare l’effetto che può avere un’intera parete a mosaico e dare di conseguenza maggiore ampiezza all’ambiente.

Una tecnica di questo genere può trovare un’ottimo impiego al fine di sottolineare elementi, come la parete doccia, o creare una decorazione particolare in grado di completare le mattonelle classiche.

Le superfici che creano tridimensionalità

Un rivestimento bagno che sta sempre più prendendo piede è quello che prevede superfici in grado di creare tridimensionalità, a partire dalla pietra ricostruita o naturale, dalle creazioni tridimensionali sia fisiche che ottiche, e dalle applicazioni in rilievo che possono essere inserite tra le classiche piastrelle in gres porcellanato. La parte del leone in questo particolare comparto è quella svolta dalla pietra ricostruita, le cui possibilità ne prevedono l’impiego su parti di parete o sulla loro interezza, soprattutto di quelle che sono a contatto con la doccia o la vasca da bagno.

In tal modo si può infatti realizzare una superficie idrorepellente in grado di fungere anche in qualità di protezione alla superficie muraria retrostante come le classiche piastrelle da rivestimento. Per quanto concerne invece le superfici tridimensionali fisiche, si può apporre all’intonaco un rivestimento in pannelli di materiale composito il quale può a sua volta contribuire a ricreare sulla superficie verticale un effetto del tutto particolare come curve, bolle, o altre texture in grado di dare vita ad un effetto surreale in 3D contribuendo alla creazione di un ambiente estremamente innovativo.

Per avere un preventivo su rivestimento bagno, contatta i maggiori esperti che sapranno consigliarti ed effettuare un preventivo gratuito e non impegnativo.

Offerta ristrutturazione bagno

I bagni fanno una delle parti fondamentali di qualsiasi progetto di ristrutturazione della casa. Se chiedete a qualcuno che è mai stato coinvolto nel settore immobiliare, vi dirà che i bagni sono le camere che fanno vendere le case. Queste camere hanno molto valore, e renderli belli è solo metà della battaglia. Mentre un bagno bello può aumentare il valore della vostra casa, un bagno bello che è anche funzionale servirà per aumentare il valore della casa e rendere la vita più facile e più efficiente. Ci sono molti modi per utilizzare gli spazi del bagno, e trovare la soluzione più adatta per voi è solo questione di essere creativi.

Idee per rimodellare la doccia della stanza da bagno

Ristrutturazione bagno è un ottimo modo per aumentare il valore di una casa da rivendere e fa una grande differenza nel aspetto generale della casa. I bagni e le cucine sono le stanze ideali da ristrutturare e le modifiche saranno sicuramente apprezzate.

Quando si tratta di ristrutturare bagno, ci sono una serie di cose che si possono fare con la doccia già esistente. A seconda della struttura esistente e dello spazio stesso, ci possono essere delle limitazioni. Anche il bilancio può giocare una parte importante.

Sostituzioni di una doccia in fibra di vetro

Se la cabina doccia esistente è semplicemente vecchia o squallida, un metodo più semplice e poco costoso è quello di sostituirla con una doccia in fibra di vetro. Essi sono disponibili in dimensioni standard e di solito possono essere installate facilmente dal padrone di casa . Ci sono anche aziende che installano coperture in fibra di vetro sopra quella esistente.

Per la casa che ha una cabina doccia vecchia o di forma irregolare, questa potrebbe non essere un’opzione valida. Con queste aziende, il lavoro è di solito completato in meno di un giorno.

Piastrelle da doccia per un look moderno

L’aggiunta di piastrelle è un modo semplice per cambiare completamente l’aspetto di una stanza.

Quando vi è una superficie resistente da utilizzare, il lavoro dovrebbe essere facile. In alcuni casi, rimuovendo le vecchie mattonelle si possono scoprire danni causati dall’acqua e sarà necessario rifare le pareti. In questo caso, potrebbe essere necessario assumere un professionista.

Le piastrelle possono essere di vari disegni e colori. Prima di attaccare qualsiasi piastrella, è importante definire tutto e fare una prova a secco.

Ciò contribuirà a garantire che il risultato sarà buono e la posizione sarà corretta. Le piastrelle avranno sicuramente bisogno di essere tagliate, quindi è probabile che dobbiate noleggiare una sega adatta.

Cabine doccia in vetro

Un’idea popolare è quella di prendere una cabina doccia di vetro. Queste in genere richiedono più lavoro a seconda del tipo di doccia che è già installata. In alcuni casi, il vetro può essere installato in una cabina esistente. Nel maggior casi, ci sarà bisogno di una struttura in muratura per posizionarvi il vetro correttamente. Prima di acquistare un modello simile assicuratevi che le misure siano state prese correttamente e l’unità si inserirà nello spazio esistente.

Soffioni

Un modo economico per rimodernare la doccia è attraverso la sostituzione del soffione. Quello esistente può fornire una scarsa pressione dell’acqua.I modelli più recenti possono offrire una migliore pressione e una varietà di impostazioni dello spruzzo. Per una doccia simile a quella delle spa possono essere installati soffioni multipli. Questi funzionano con l’impianto idraulico esistente, ma ci sarà un bel po’ di lavoro di idraulica che dovrà essere fatto per questo progetto.

Le docce possono essere rimodernate in molti modi diversi. Con un po’ di pianificazione e la giusta conoscenza, il bagno può essere trasformato in uno spazio meraviglioso. Come per qualsiasi progetto, è importante non perdere la testa.

Se c’è un aspetto del progetto che vi sembra troppo difficile, meglio consultare un professionista.

Offerta ristrutturazione bagno – da € 2.600,00

- Demolizione del bagno attuale - rimozione sanitari , rubinetterie ,vecchio impianto, rivestimenti e pavimenti , insacchettamento e ritiro dei calcinacci alla discarica autorizzata. - Impianto idrico in pvc con rubinetti di chiusura generale - Scarico in pvc a innesto - Adeguamento elettrico

per 4 punti luce a norma di legge , compresa l’assistenza muraria di apertura e chiusura delle tracce. - Posa di nuovo pavimento compresi tagli, sfridi e stuccature .

- Posa nuovo rivestimento , previa preparazione del fondo , compresa la stuccatura

*esclusi pavimenti, rivestimenti , colante,stucco , sanitari e rubinetterie

Collaudo impianti.

Tinteggiatura con pittura lavabile ,colori chiari .

Compresa preparazione con fondo isolante

Montaggio sanitari e rubinetterie.

 

Idee per la Rinnovazione del Bagno

Stai pensando di ristrutturare il proprio bagno? Il tuo piano si sta interrompendo per colpa di appropriate idee?

Le nostre uniche idee innovative sulla rinnovazione del bagno consentono di aggiungere un nuovo stile allo spazio ed esaltare la bellezza fisica dei propri interni.

Alcune idee uniche per rendere il tuo bagno lussuoso e seducente sono le seguenti:

  • Installare un design di una vasca
  • Rinnovare il pavimento
  • Installare una doccia Jacuzzi
  • Acquistare un WC a doppio scarico
  • Installare 1,70 litri per ogni scarico
  • Installare dei rubinetti nuovi
  • Installare nuovi soffioni (i soffioni moderni sono dotati di sorgente musicale wi-fi, sistema a vapore, più buchi per una doccia omogenea), controllo secondario, indipendente riscaldatore dell’acqua, e così via)
  • Installare una toilette tecnologica, dotata di altoparlanti
  • Creare un sistema di lettore MP3 o iPhone ancorato al tuo WC
  • Installare uno schermo televisivo
  • Installare un reparto per le medicine
  • Installare due o più prese incorporate in modo che è possibile ricaricare il telefono cellulare o ascoltare la musica mentre ci si gode di una fresca doccia o un bagno caldo

Se sei interessato a delle idee per il rinnovo del piccole bagno allora le seguenti sono fatte per te:

  • Installare un nuovo controsoffitto
  • Installare una nuova pavimentazione
  • Installare nuovi tappeti per la doccia
  • Installare un nuovo lavandino
  • Posizionare un piccolo scafale per i prodotti da toiletteria
  • Appendere un quadro
  • Usare un piedistallo per il lavandino invece del lavello a cassetti
  • Cercare di evitare oscillamenti delle porte dato che questi occupano un sacco di spazio
  • Posizionare la propria vasca/doccia, lavandino e WC a un lato del muro per creare più spazio
  • Installare un armadio esterno per la biancheria del bagno
  • Dipingere le pareti con colori più chiari per creare un senso di spazio più ampio
  • Invece di un bagno completo, installare un mezzo bagno o un quarto di bagno
  • Se si ha un armadietto, impostarlo al di sopra della toilette per salvare più spazio
  • Installare un armadio rialzato (pannello di pavimento, se necessario)

Alcuni consigli per ottenere una completa rinnovazione per il bagno sono i seguenti:

  • Riverniciare tutto (non dovrai andare sul costoso, marche a prezzi accessibili danno anche un nuovo look e sono meravigliosi)
  • Trovare un’azienda di piastrelle per un piastrellamento a un costo ragionevole
  • Considerando un controsoffitto, evitare colori neutri e leggeri, dato che questi costano un po’ più delle tonalità più scure
  • Acquistando un controsoffitto imperfetto consente di risparmiare più soldi. Assicurarsi di posizionare le imperfezioni dove ci saranno rubinetti o lavandini in modo che questi non saranno visibili.
  • Aggiornare apparecchi come le barre per gli asciugamani, la plafoniera, cassetti e rubinetti
  • Rinfresca gli stucchi e gli intonachi per rinnovare l’aspetto del bagno

Queste idee per ristrutturazione del bagno sicuramente aggiungeranno valore alla tua casa e renderanno la vita più comoda e conveniente.

Offerta ristrutturazione bagno – da € 2.900,00

Demolizione del bagno attuale: Rimozione sanitari , rubinetterie ,vecchio impianto Rimozione rivestimenti e pavimenti , compresso il sottofondo di spessore fino a 6 cm . Ritiro calcinacci : Insacchettamento e ritiro dei calcinacci alla discarica autorizzata Impianto idrico impianto idrico in multistrato a pressare, centralina con rubinetti di chiusura generale Scarico in pvc a innesto Fornitura e posa in opera di scarico tipo Geberit a incastro con doppio pulsante . Impianto elettrico - per 4 punti luce , a norma di legge , compresa l’assistenza muraria di apertura e chiusura delle tracce Pavimenti e rivestimenti : Posa nuovo rivestimento , previa preparazione del fondo , compresa la stuccatura Tinteggiatura con pittura lavabile ,colori chiari . Compresa la rasatura di sottofondo,carteggia tura, fissativo. Montaggio sanitari e rubinetterie Collaudo impianti Garanzia 10 anni *esclusi : pavimenti, rivestimenti , sanitari e rubinetterie

Scegliere mobili arredo di qualità per il vostro bagno

Quando un proprietario di casa sta prendendo in considerazione una ristrutturazione, o un rinnovamento del bagno, una delle prime cose da considerare saranno probabilmente i mobili da bagno. Dal momento che non vi sono tanti mobili in una stanza da bagno, è una scelta saggia iniziare il vostro rinnovamento con dei nuovi mobili da bagno. Spesso, il mobile del bagno è il principale punto focale della stanza da bagno, e scegliere un mobile da bagno, un mobile-lavabo e un top Bertch di alta qualità è una scelta saggia. Potreste essere sorpresi dell’enorme cambiamento ottenuto sostituendo un vecchio mobile da bagno con uno nuovo.

Ci sono molti diversi stili di mobili da bagno attualmente sul mercato oggi, e quando ci si trova di fronte a una così ampia varietà di scelte, è importante ricordare che il vostro bagno è un’estensione del resto della vostra casa. Anche se il vostro gusto attuale può essere trendy e contemporaneo, dovete considerare come è costruito e decorato il resto della vostra casa.Un mobile da bagno elegante e alto di stile contemporaneo, situato nel bel mezzo di una casa in stile tradizionale, sembrerà fuori posto. Voi non volete i vostri nuovi mobili da bagno sembrino fuori luogo, come se appartenessero alla casa di qualcun altro.

A meno che non stiate progettando una ristrutturazione di tutta la casa,è saggio prendere in considerazione dei mobili per il bagno che si adattino all’architettura, il design e lo stile attuale della vostra casa. Sarete piacevolmente sorpresi nel vedere tutti i diversi modelli e stili che sono disponibili sia in stile contemporaneo che tradizionale. Una volta decisa la dimensione giusta del vostro mobile da bagno, potrete quindi scegliere tra diversi stili di porte e cassetti.

Quando avrete scelto lo stile dei mobili e degli sportelli frontali che si adattano al vostro bagno, dovrete scegliere la tinta e/o il colore della vernice. Dovrete anche scegliere maniglie e manopole, e avrete la possibilità di modificare l’aspetto dei vostri mobili da bagno. Si può facilmente cambiare il look dei vostri mobili con gli accessori, potete arricchirli e renderli più fantasiosi, o lasciarli semplici e puliti.

Un’altra considerazione nella scelta di un mobile da bagno è la quantità di cose che deve contenere. È un mobile di un bagno che viene usato raramente, o è per il bagno padronale? Se il bagno è un bagno usato frequentemente,dovete prendere in considerazione quante cose dovete riporvi. I mobili da bagno sono un grande investimento e devono essere scelti con saggezza. Assicuratevi che i vostri mobili da bagno soddisfino le vostre esigenze, oltre che i vostri desideri.

Offerta ristrutturazione bagno – da € 3.900,00

Servizio chiavi in mano , a partire da € 3.900 comprensivo di : Assistenza progettuale Rilievo Progetto 2 e 3 D ante e post-operam con 2-3 soluzioni ove possibile Demolizione del bagno attuale: Rimozione sanitari , rubinetterie ,vecchio impianto Rimozione rivestimenti e pavimenti , compresso il sottofondo di spessore fino a 6 cm . Ritiro calcinacci : Insacchettamento e ritiro dei calcinacci alla discarica autorizzata Opere murarie ( solo ove richiesto –a scelta ) Realizzazione di tramezzature divisorie , supporti in muratura per lavandino o vasca , armadi in muratura o controsoffitti ,porta scorrevole. Impianto idrico impianto idrico in multistrato a pressare, centralina con rubinetti generali e rubinetto di chiusura per eliminare ogni singola utenza . Scarico in pvc a innesto Fornitura e posa in opera di scarico tipo Geberit a incastro con doppio pulsante . Impianto elettrico

-per 4 punti luce , a norma di legge , compresa l’assistenza muraria di apertura e chiusura delle tracce

Pavimenti e rivestimenti : Nuovo massetto con sabbia e cemento spessore minimo 4-5 cm Posa di nuovo pavimento ,compreso cola,tagli, sfridi e stuccature . Posa nuovo rivestimento , previa preparazione del fondo , compresa la stuccatura . Valido anche per rivestimenti tipo mosaico o simili. Tinteggiatura con pittura lavabile ,colori chiari . Compresa la rasatura di sottofondo,carteggia tura, fissativo. Montaggio sanitari e rubinetterie ,panelli in cristallo per vasca o doccia . Collaudo impianti Garanzia 10 anni Pulizia accurata – bagno pronto al uso . *esclusi : pavimenti, rivestimenti , sanitari e rubinetterie

Montaggio e collaudo

Esplorare le ultime tendenze negli stili del bagno

Ristrutturazione bagno Roma vi offre la possibilità di applicare un nuovo stile decorativo a uno spazio utilitaristico, aggiungendo un fascino particolare migliorando la funzionalità della camera. Anche se vi consigliamo di scegliere uno stile che sia in sintonia con la vostra personalità, sentirvi alla moda e in linea con le tendenze attuali del design può migliorare il vostro umore. Questi quattro stili da bagno non solo sono di tendenza, ma sono anche resistenti nel tempo.

Decorazione del bagno di ispirazione asiatica

C’è un motivo per cui i bagni con un’estetica Zen sono diventati così popolari. Lo stile decorativo ispirato all’armonia della natura, è ideale per i bagni concepiti come un rifugio rilassante. Nel mondo frenetico di oggi ci sono molti proprietari che stanno ripensando al ruolo che ha il bagno in una casa. E’ difficile resistere alla possibilità di trasformare una stanza funzionale in un centro benessere personale. Con dettagli di lusso come una vasca idromassaggio o una doccia di vapore, i progetti con uno stile nuovo, consentono alla zona spa di assumere un ruolo da protagonista.

Gli elementi di design di un bagno Zen includono un uso quasi esclusivo di elementi naturali come il legno e la pietra, un uso sobrio di accessori per ridurre al minimo l’ingombro e una tavolozza di colori tenui. Per ottenere il profilo basso che è caratteristico dell’arredo bagno di ispirazione asiatica, considerate di estendere i contorni del bagno per creare una superficie bassa orizzontale, allargando la finestra per portare il bordo inferiore più vicino al pavimento e includendo cassapanche, sgabelli bassi oppure pouf nella progettazione.

Il look Arti e Mestieri

Lo stile decorativo Arti e Mestieri si è evoluto nel primo Novecento come alternativa sia alla pesantezza dello stile vittoriano sia agli oggetti anonimi che sono stati prodotti in massa durante la rivoluzione industriale. La combinazione di artigianato artistico e linee moderne che definisce questo look è ancora estremamente attraente oggi. Un largo uso di legni pregiati, stampe botaniche e una tavolozza di colori da giardino dà a questo stile decorativo un aspetto naturalistico che è allo stesso tempo caldo e accogliente. Con le linee orizzontali, le forme squadrate e i materiali strutturati, lo stile Arti e Mestieri aggiunge una sensazione di sicurezza e comfort al bagno di famiglia.

Il piacevole stile decorativo di transizione

Una miscela di arredi tradizionali e moderni, lo stile di transizione è diventato la scelta più popolare per le ristrutturazioni del bagno. E’ uno stile senza “nessuna regola” che permette di mescolare e abbinare gli stili di design per soddisfare la vostra personalità. Nello stile di transizione, uno specchio ornato si può appendere sopra una toletta elegante contemporanea, o uno specchio moderno può dare il contrasto a una toletta d’epoca. La combinazione di colori, in generale, della stanza e un attento equilibrio di figure e forme aiuta uniformare il look .

Tendenze nella ristrutturazione del bagno

Il numero uno dei trend per la ristrutturazione del bagno per il 2015 è la comodità. Accanto a questa tendenza, vi è una crescente preoccupazione per l’ambiente, la gente compra prodotti che contribuiscono a risparmiare acqua e alla conservazione delle risorse della terra. Una buona indicazione di ciò è l’alta vendita di scaldacqua senza cisterna. Quello che prima era disponibile solo alle persone ricche, ora è acquistato dalle persone medie. Il fatto che questi elementi siano ora più accessibili e accattivanti, potrebbe spiegare il forte aumento delle vendite.

Colori: Per quanto riguarda le tendenze dei colori, i colori sereni (come il blu e il verde) sono molto alla moda. Questi colori hanno un effetto calmante e danno un senso di freschezza e di freddo.

Sanitari: I sanitari sono più eleganti e più grandi quest’anno. I lavelli più venduti hanno un look contemporaneo, sono efficienti e costruiti nei mobili da bagno.

I mobili da bagno tendono ad avere più look “ecologico”.

Piastrelle: Le grandi piastrelle europee (dal Mediterraneo) vi faranno venire voglia di trascorrere una o due ore in pura tranquillità.

Televisione da bagno: Le vendite sono salite alle stelle e molti produttori scelgono di avere la tecnologia costantemente aggiornata per migliorare la televisione in quest’ambiente. Sta, addirittura, sostituendo gli specchi da bagno.

Ora, con tutti questi extra di lusso potete rendere il vostro bagno, un santuario. Sembra che il 2015 abbia unito l’ Eco-compatibilità al lusso.

Ristrutturare bagno

Vivere in una bella casa è il sogno di ogni persona e durante il processo di ristrutturazione della casa siamo totalmente pieni di un’energia che ci spinge a rendere il processo di ristrutturazione più efficace e vantaggioso. Le diverse aree per le quali è necessaria la programmazione sono la disposizione, la decorazione e gli altri argomenti essenziali riguardanti la sicurezza. Questo articolo offre una panoramica per progettare un bagno ideale che si distingue dagli altri bagni. E’ un fatto ben noto che il bagno è un luogo importante per la persona e per l’igiene personale e dovrebbe assere un rifugio personale e confortevole. I bagni sono sviluppati per soddisfare molteplici esigenze, la soddisfazione dipende largamente dalla disponibilità di spazio e dall’intera disposizione della casa. Si tratta in particolare di un’area che richiede una pianificazione accurata così da poter funzionare per un tempo più lungo e procurare maggiore soddisfazione.

E’ importante prendere in considerazione la possibilità di montare un nuovo bagno quando si ha una famiglia piuttosto grande. Si tratta di una mossa saggia nel caso stiate prendendo in considerazione l’installazione di una zona lavaggio e di una doccia separata. Questa è una delle migliori scelte se avete poco spazio. Un bagno nuovo ridurrà le code mattutine e anche l’usura dell’altro bagno.

E’ di vitale importanza capire che qualsiasi bagno richiede una zona per il bagno ben funzionante. L’arredamento del bagno deve coordinarsi con il resto della stanza. Un’altra opzione molto interessante, che si può considerare di installare è quella delle vasche da bagno incassate, anche se possono essere costose, sono una delle opzioni più interessanti. Se avete poco spazio, allora potete decidere di riservare alla vasca da bagno un angolo.

Il tipo di bagno che scegliete giocherà un ruolo fondamentale nella determinazione dell’atmosfera di tutta la casa. E’ essenziale progettare il bagno in modo da avere benefici a lungo termine. E’ essenziale tenere in mente, che è necessario evitare lo spreco eccessivo di acqua in modo da poter essere al sicuro da bollette dell’acqua esorbitanti. Tutti questi fattori sono segni di un bagno ben progettato. Mentre si è in fase di progettazione del bagno, è importante capire che una volta che lo avete installato, sarà difficile cambiarlo perché si rivelerà un’idea costosa. E’ molto importante capire che se fate dei cambiamenti, una volta che i sanitari sono stati installati, ciò può essere molto dispendioso per le vostre tasche.

Suggerimenti per la ristrutturazione del bagno

I bagni sono i luoghi che più necessitano di lavori di restauro, secondo me, sono i luoghi più interessanti che hanno bisogno di essere ristrutturati. La ragione per cui i bagni vengono ristrutturati più spesso della cucina è che lo spazio è più piccolo e si dovrà impiegare meno tempo per il progetto di ristrutturazione del bagno rispetto al progetto per una cucina.

Questi sono alcuni dei suggerimenti che dovreste prendere in considerazione quando rinnovate il vostro bagno:

1. Incassate nel muro: Per un aspetto migliore considerate l’idea del incorporazioni come porta-sapone da incasso, armadietto dei medicinali e anche porta rotoli di carta igienica incassati

2. Pavimentazione: I pavimenti in legno non sono raccomandati per le pavimentazioni da bagno dal punto di vista pratico, ma è importante sapere che non danno grande carattere al bagno. E’ importante notare che se siete decisi a insistere sui pavimenti in legno in bagno, allora dovete ricordare di puntare su bei pavimenti in legno trattato resistente che sono abbastanza resistenti da durare più a lungo anche in bagno. Inoltre dovrebbero ripagarvi con una resa adeguata e molto valida.

3. L ‘effetto del dimensionamento del bagno: è importante ricordare il fatto che in caso vogliate far sì che il vostro bagno appaia più grande, allora sarebbe meglio optare per le tinte dal bianco al color crema.

4. Piano per l’illuminazione: è importante sapere che una delle questioni più importanti nella ristrutturazione del bagno è l’illuminazione. E ricordare che il bagno è il luogo dove le persone controllano il loro viso e i loro capelli. Come scenario abituale l’illuminazione in bagno è spesso molto debole e proviene da un unico punto del bagno. Considerate la possibilità di avere due luci che provengono da direzioni opposte. O altrimenti si può anche prendere in considerazione l’idea di sistemare alcune lampadine intorno allo specchio.

5. Accessori e colore: E’ una buona scelta non usare accessori color crema e bianco , questi accessori invecchiano abbastanza facilmente. E’ essenziale ricordare che le questioni coinvolte, fin dall’inizio nel processo di ristrutturazione come la demolizione della vasca, incidono molto sul costo del processo. Un altro aspetto importante di vitale importanza è che la ristrutturazione del bagno è ok se ci sono piccole modifiche da apportare come il colore, o il lavabo, ma se il bagno è tutto da ristrutturare, sarà una grande spesa per le vostre tasche e certamente anche per il vostro conto in banca nel caso in cui abbiate intenzione di ristrutturarlo completamente.

6. Modalità di rilassamento: La luce fioca può essere molto rivitalizzante per i bagni a tarda notte, basta solo abbassare le luci e fare bagni scintillanti a tarda notte.

Rivestimenti bagno in mosaico nero e i suoi costi

Resistenti e di notevole effetto, i rivestimenti bagno in mosaico nero sono tra le ultime novità più apprezzate nel settore degli arredi bagno.

Tra i più gettonati vi è il mosaico nero, elegante e che permette di ottenere contrasti favolosi.

 

In uso già tanti anni fa ma riproposti con tecniche e design innovativi, i rivestimenti bagni in mosaico sono una delle soluzioni preferite per creare una stanza da bagno con stile e design ineguagliabile.

 

Le evoluzioni inarrestabili, grazie alla fantasia e all’estro di abili designers, hanno proposto il mosaico in diverse nuance e colorazioni, realizzato oltretutto con tecniche di lavorazione originali e di grande effetto.

Il risultato è un effetto decorativo particolare, che consente di creare forme e disegni sempre nuove e diverse.

 

Uno tra i più richiesti in assoluto è il mosaico nero, ideale per rivestire le pareti o il pavimento e da abbinare con sanitari bianchi e accessori in acciaio.

Durezza e resistenza del mosaico nero per rivestimenti bagno

 

Disponibili sul mercato in diversi materiali, i mosaici si possono scegliere tra numerose composizioni come: tasselli di marmo, di pietra o di travertino ma anche di pasta di vetro, ceramica smaltata, gres o resina.

In ogni composizione il mosaico si presenta perfettamente resistente e lucido, ideale da applicare alle pareti nella forma desiderata oppure al pavimento.

 

La tipologia utilizzata per il pavimento è il mosaico a mattoni, realizzato in gres porcellanato, che si presenta adatto all’uso, facile da montare come delle comuni piastrelle.

I rivestimenti bagno in mosaico nero sono tra i preferiti e spesso prediletti anche per le pareti.

Costi del mosaico nero per rivestimenti bagno

Per realizzare un bagno con rivestimento in mosaico nero i costi si aggirano attorno a 42 euro al mq.

Naturalmente la spesa varia a seconda della qualità di mosaico nero scelto e dalla superficie da realizzare.

All’interno del rivestimento in mosaico nero è anche possibile inserire decorazioni con mosaici di vario colore, per creare contrasti e giochi di cromature all’interno della stanza.

Commenta il post

Archivi blog

Social networks

Post recenti